Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

E LA CHIAMANO ESTATE.

Devo dire che è dura fare un post satirico, questi politicanti ormai si prendono in giro da soli. Avevo bisogno di un posto tranquillo dove andare per riflettere sulla situazione . Avevo bisogno di un posto grande e vuoto, in un primo momento ho optato per la testa di Neurone Gasparri, ma c'era troppa puzza di neuroni morti, e così ho deciso di trasferirmi per tutta l'estate nella scatola cranica di Bingo Bondi. L'ingresso era un po' scomodo, si entra dal retto. All'altezza della chiappa destra c'era un rimasuglio di quello che una volta era un cervello. Il cranio è usato come una sorta di cantina, c'erano finestre rotte, mobili vecchi,Tulliani, una bicicletta rotta e una dignità ancora nell'imballo. Mi sono accomodato vicino ad un busto di Lenin impolverato ed ho riflettuto sull'estate dei nostri politicanti.

Gianfranco Fini

Si vuole proporre come la novità, ed ovviamente il PD si butta subito a pesce, il guaio è che Giangaleazzo Fini sembra un alieno sceso sulla terra ieri. Parla di giustizia per tutti, di immigrazione ed altri temi sociali, il tutto allacciandosi per bene la faccia come il culo sulla testa. E' l'autore della legge Bossi-Fini sull'immigrazione, una delle peggiori leggi della storia, scritta poi insieme ad un menomato mentale. Dopo sedici anni si è accorto che il Nano delle Libertà ha in mente un unica libertà, la sua. Fini insomma pecca di coglioni, non fa cedere il governo, ma resta in disaccordo e si fanculizzano continuamente.

Italo Bocchino

Otto mesi fa difendeva Puffo Puttaniere, oggi è arrivato a rinfacciargli anche le società offshore. Per El Che Bocchino non ci sono commenti, un altro bell'addormentato che si è svegliato.

Giorgio Clelio Stracquadanio

Questo è un personaggio che meriterebbe pagine e pagine di analisi psichiatrica, o almeno una rubrica umoristica tutta sua del tipo “la cazzata quotidiana la parola a Clelio”. Questo ominide berlusconis ormai da un paio di anni invade l'etere televisivo spargendo minchiate a destra e a manca sempre con quella stessa faccia da scorreggiatore da ascensore. E' un estenuo difensore del Puffo Moralizzatore, ha superato di anni luce il Fido Fede, la sua linea difensiva è quella “dell'Embè?”. Prostitute in parlamento? Embè è normale, ricostruzione bloccata all'Aquila? Embè la città era morta anche prima, il premier va a mignotte?Embè nel tempo libero si può fare quello che si vuole. Insomma Clelio per il suo datore di lavoro darebbe via anche la madre, e secondo me lo ha già fatto.

Umberto Bossi

Il catere rettale gli fa falso contatto con le sinapsi e ciò lo fa delirare più del solito, il bello è che ci meravigliamo ancora delle sue esternazioni, titoloni di giornali e telegiornali che gridano allo scandalo sulla sua traduzione di spqr, mentre invece quando minaccia di fare un golpe viene ignorato e trattato come il nonno rincoglionito. A parte questo RincoBossi sta scavando la tomba al Nano, lo appoggia per ora perchè gli serve ancora, ma appena non è più utile gli darà il colpo di grazia.

Silvio Berlusconi

Il meglio si lascia alla fine, più il regime nanista è verso la fine e più esce fuori la natura del Puffo Puttaniere esce fuori senza più mascherarla. Ha monopolizzato l'estate con problemi che evidentemente preoccupano il paese, no non è la crisi economica, la disoccupazione in crescita e altre stronzate del genere, ma il lodo alfano corretto al rum o il processo “breve”, insomma una cosa qualsiasi che non lo faccia andare in galera. Il solito eterno classico, il bello è sentire gente come Casini e altri esseri striscianti, i quali dicono mi raccomando facciamo uno scudo che valga solo al premier, il che va leggermente contro il principio di uguaglianza della costituzione, ma giustamente ad un parlamentare non è dato conoscere la costituzione del proprio paese. Per il resto l'estate del premier è stata simile ad un film di Alberto Sordi o di Totò, il brianzolo con fare da imbucato ad una festa, va in giro a stringere alleanze improbabili con pseudo dittature medio orientali, che servono solo ai suoi affari visto che non vedo l'utilità di alleanze di ferro con Tripoli o Mosca. Il tutto poi è tenuto da un collante di figure di merda tipo le “zoccole di stato” per la visita di Gheddafi.

Insomma è stata una bella estate di fuffa e niente pneumatico.

Pubblicato il 28/9/2010 alle 21.48 nella rubrica Satira di difesa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web