Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

MANICOMIO DELLE LIBERTA’



“NAPOLI, 14 FEB - 'Berlusconi paga un debito contratto con me un anno fa in cambio della caduta del governo Prodi? Una frase da farabutti', dice Mastella. Il leader dei Popolari-Udeur replica cosi' alla dichiarazione del capogruppo dell'Idv al Senato, Felice Belisario, dopo la notizia della sua candidature alle europee nelle liste del Pdl. 'Non conosco questo signore -precisa all'ANSA- ma chiunque sostenga una falsita' del genere e' un farabutto. Non ebbi alcun contatto con Berlusconi'. (ANSA, dichiarazione di Mastella – 14 febbraio 2009)”

 

“Altra questione: ma quel famoso accordo tra lei e Berlusconi, ci fu o no?
«L'unica cosa che le posso dire è che io vidi Berlusconi 20 giorni dopo la caduta del governo. Di quell'incontro Berlusconi, poi, diede una versione non fedele alla realtà».
Ecco, allora la dia lei.
«Lo farò nel libro a cui sto lavorando».
Un'anticipazione?
«Nonostante il mio affetto per il suo giornale - Il Tempo era il giornale, insieme al Mattino, che leggevo da ragazzo - mi consenta di rimanere vago su questo».
D'accordo, glielo consento. Quando uscirà questo libro?
«Tra un paio di mesi».
Intanto però, ad un certo punto sembrava fatto anche un contratto per lei in Mediaset.
«Non mi risulta. Ho resistito a ben altri regali, tanto per essere chiaro». ( Intervista di Mastella al Tempo e riportato sul suo blog - 16 gennaio 2009)”

 

"E' successo che i sondaggi hanno dimostrato come con Mastella avremmo perso dall'8 al 12%",  ha detto Silvio Berlusconi, spiegando le ragioni del 'no' all'Udeur di Clemente  Mastella. Berlusconi ha comunque usato parole positive nei confronti di Mastella: "E' l'unico nel centrosinistra che non ha mai manifestato invidia o odio verso di me". "C'era un impegno mio nei suoi confronti - ha proseguito - per candidare una decina di parlamentari tra Camera e Senato in totale. Poi, pero', i sondaggi ci hanno mostrato impietosamente che le difficolta' erano molto elevate, perche' con Mastella avremmo perso dagli 8 ai 12 punti. E questi sondaggi hanno influenzato anche il 'no' di Roberto Maroni e Gianfranco Fini". (Dichiarazioni di Berlusconi a RAInews24 – 4 marzo 2008)

“[....]Senta: la posizione dell'Udeur, il vostro partito-famiglia, è diventata piuttosto complicata. La decisione di Berlusconi vi ha...
«Berlusconi non ci ha fatto proprio niente! Quello è solo un uomo inaffidabile, vergognosamente inaffidabile! E lo scriva, capito? Scriva che è inaffidabile e anche scortese con le donne».             Scortese, scusi, perché? «Perché io, se vogliamo dirla tutta, ho anche cercato di incontrarlo... Mentre mio marito trattava gli aspetti politici, della faccenda, io avrei voluto avere un confronto con l'essere umano Berlusconi».
E invece?
«La sua segretaria è stata capace di dire una sola parola: "Impossibile". E, se permette, non si tratta, così, una signora come me...».
È in campagna elettorale, il Cavaliere, non avrà avuto tempo.
«Sciocchezze. Clemente il tempo per parlare con i politici e pure con la gente, lo trova sempre. Ma la verità è che Clemente è di un'altra pasta... è partito da qua, da Ceppaloni, e senza soldi, senza televisioni, senza l'appoggio dei poteri forti è riuscito a creare un partito e a diventare due volte ministro, due volte vice- presidente della Camera e sempre... »[….]                                     
Berlusconi, comunque, dice che avete un modo di fare politica diverso.
«Berlusconi, lo scriva ancora, è un uomo i-na-ffi-da-bi-le... Anzi, sa che le dico? Che in quella famiglia si salva solo Veronica, donna splendida, venti categorie superiore al suo uomo».  . “ (Sandra Mastella al Corriere della Sera – 2 marzo 2008)

Pubblicato il 15/2/2009 alle 15.16 nella rubrica Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web