Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

MI FA’ MALE IL PD……

 

Lo so io non ne volevo parlare, ma è stato più forte di me, alla fine mi sono accodato ai tanti post sul Partito Democratico volevo evitarlo ma alla fine ci sono cascato.

Parlare male del PD è facile come sparare sulla croce rossa, oppure dire che Berlusconi è un criminale o che il cielo è blu, insomma dire una serie ci cose ovvie.

Ci sono tante pecche, forse troppe, uno degli obbiettivi del PD è voler ridurre i partiti in Italia, ma manco a farlo apposta quel sovversivo di Dini (bravissimo nel partecipare ai governi sia di destra che di sinistra) fonda i Liberal Democratici che ha suo dire sarà di centro ma vicino alla sinistra – tradotto significa: “teniamo il governo per le palle”- . Tra l’altro notare che LD sono anche le iniziali del suo fondatore Lamberto Dini....... che fantasia.

Altra cosa da notare è che da domenica scorsa sono già quattro i partiti fondati, tutti con pochi intimi (alla Follini per farci capire) della serie trovi più gente la notte in Autogrill che in questi partiti.

Quello che però mi provoca maggior lesionamento ai testicoli è il fatto che questo nuovo partito servirà per dare ancora lo stipendio ai vari Ciriaco De Mita, cioè alle solite vecchie facce da…..lascio a voi completare .

Se il partito fosse veramente democratico la classe dirigente dovrebbe sceglierla gli iscritti al partito, ma invece no quindi non ci sono facce nuove ma i soliti, tra l’altro c’è anche D’Alema (l’infiltrato della destra), il quale si può dire che è riuscito a uccidere la sinistra dato che da presidente del consiglio ha fatto danni enormi come solo uno di destra a sinistra può fare.

Ma invece danno alla gente le finte primarie, c’è suspense nell'aria tutti tesi ad aspettare il giorno dell’elezione del leader, come se non si sapesse che è Veltroni (l’uomo che sussurrava alle lumache) uno che non si capisce cosa voglia fare ; il suo programma politico è essere d’accordo con tutti, dice tutto e il suo contrario , quando parla ha una specie di astrattismo ipnotico che rimbecillisce chi lo ascolta e alla fine sono convinti che abbia detto qualcosa d’importante.

Se Veltroni è la risposta del futuro è probabile che la domanda sia sbagliata.

Pubblicato il 11/10/2007 alle 5.29 nella rubrica Satira di difesa 2.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web