.
Annunci online

SADOMASOBOLZANETO

Satira di difesa 20/3/2008


La passione con tua moglie si è spenta ? Hai voglia di qualcosa di più quando siete insieme ? Magari hai voglia di qualche fantasia sessuale perversa ? Ti piace il Sadomaso ?

Allora corri, la Caserma Bolzaneto a Genova fà al caso tuo. Alla Caserma Bolzaneto siamo specializzati in tutte le torture che più ti eccitano. Ti piace trombare mentre ti depilano il culo e pestano tua moglie ? Cari signori avrete a disposizione una larga scelta di manganelli, col quale farsi torturare, in : ciliegio, frassino, noce e i nuovi in piombo e ossa di comunista.

Siamo un azienda specializzata in piacere, troverà le nostre referenze sui giornali abbiamo avuto molti clienti soddisfatti e sanguinanti. OFFERTA SPECIALE per chi si presenta ai cancelli come no-global o tuta bianca in regalo sarà preso a calci con scarpe chiodate col sottofondo musicale di faccetta nera.

Non perdere l’occasione, chi si ferma è perduto!!!!!!!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. g8 torture caserma bolzaneto

permalink | inviato da Liberazona il 20/3/2008 alle 21:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

LE FOTO VERGOGNA.

Satira di difesa 3 27/10/2007



Il sito Asianews.it ha pubblicato le foto dei monaci birmani uccisi durante le manifestazioni di protesta .Pubblico parte dell’articolo :

“Carissimi, le parole vengono meno. Queste foto di un monaco assassinato sono state prese in segreto in un obitorio. Pensate quanti molti altri hanno subito lo stesso destino. Vi prego, diffondete queste fotografie a più gente possibile, perché il mondo sappia che c’è bisogno di molto più che a semplice condanna di questi bastardi [della giunta]”……

Le foto sono molto violente, ma rendono ben chiara la situazione di quel paese, non le pubblico perché sono troppo…..ma vi invito a guardarle, perché è necessario saperle certe cose.

"Come si è potuto arrivare a tanto. Come si è potuto ridurre degli uomini a un mucchio di pelle e ossa. Trattati peggio che bestie. La neve sciolta si mischiava alla terra diventando fanghiglia e loro la bevevano. Ricordi da un inferno, impossibile da descrivere".                                                              
Yakos Vincenko soldato dell'Armata rossa arrivato ad Auschwitz.

Dalla Storia non impariamo niente.

IL BUE DICE "CORNUTO" ALL’ASINO.

Informazione 16/10/2007



Un giudice di Los Angeles ha negato all'Italia l'estradizione di un membro della famiglia mafiosa dei Gambino, sostenendo che il regime di detenzione fissato dall'articolo 41 bis dell'ordinamento penitenziario a cui sarebbe con ogni probabilità destinato equivale a una forma di tortura e viola la convenzione dell'Onu in materia.

Certo detto da loro è un complimento, ma ancora dobbiamo darci da fare per raggiungere i livelli delle torture della prigione di Abu Ghraib o della prigione di Guantanamo, situata ,quest’ultima per non aver problemi, nel territorio dei “nemici” cubani. Entrambe le prigioni sono denunciate da tutti gli istituti che si occupano di diritti umani, Amnesty International in primis.

Però in fondo l’idea non è male di fare foto ricordo ai torturati, è un modo per portare lavoro anche lì, a Roma ci sono i centurioni fuori al olosseo, ad Abu Ghraib invece i torturati (ci saranno foto-cartoline speciali per Natale).

Come già avevo detto nel post del 13/10/07, non c’è niente da fare vogliono farti la morale per forza e senza che nessuno insorga o almeno ricordi queste cose. Da come si può vedere dalla foto sono chiari gli effetti democratici della guerra irachena, c’è chi rimpiange Saddam, almeno lui ammazzava meno.

Parlano di diritti umani loro che per anni hanno forgiato squadre della morte e dittatorucoli vari. Saddam Hussein, Bin Laden, Pinochet, prima amici poi nemici, quanti morti hanno sulla coscienza. Addirittura hanno una scuola per torturatori.

Ma niente da fare ti tocca avere una lezione di diritti civili da loro, è come se un assassino criticasse un passante per un divieto di sosta.
La 41bis nacque,
durante la guerra contro la mafia(quando la si combatteva ancora), da un idea di Giovanni Falcone, per la quale perse la vita, penso che almeno meriti una presa di posizione, in difesa dell’articolo, dai poteri forti italiani.

D’Alema dove sei? Già ti sei calato le braghe (come da italica tradizione verso gli americani) o dirai qualcosa, se non di sinistra, almeno di sensato. Dai un piccolo sforzo su