.
Annunci online

GIULIO O’ JETTATORE

Satira di difesa 28/7/2008



Ormai non passa giorno senza una novità
, nel governo delle emerite teste, c’è sempre posto per vaccate immonde spacciate per leggina o una norma incostituzionale, ingiusta per le fasce più deboli o semplicemente schifosa.

Dopo il “Lodo Alfano” tocca alla norma del “precario a vita” dell’emerita testa del ministro lo Jettatore-Tremonti. Un’altra bella supposta per i precari, contando anche i tagli agli aiuti per i disoccupati. Dopo la giustizia anche il lavoro è martirizzato da questo governo. Non bastava Brunetta con le norme per controllare di più i lavoratori pubblici, tranne i parlamentari s’intende, oppure Sacconi con i vaffa indirizzati ai lavoratori, ora anche Giulietto.

Costui ormai da giorni occupa tv e giornali solamente per dire quanto è brutta la situazione attuale, la crisi è in arrivo e tutte queste cose qui, magari se oltre a dire queste cose s’impegnasse anche a spiegare come intende risolverle sarebbe gradito. Altrimenti è meglio che cominci ad andare in giro vestito come uno jettatore, alla Totò nel film “La Patente”. Col suo bel vestitino nero andrà in televisione ad annunciare le sfighe più terribili , e magari farà cadere qualche lampadario.

Una cosa è gratificante, tutte queste leggi un domani, con un governo migliore, si possono cancellare con un decreto. Meno male che Il NanodelleLibertà(sue), dal basso della sua arroganza, quando ha fatto il lodo non si è fatto influenzare da PD. E si perche se l’avesse fatto come diceva l’AstrattoWalter a quest’ora avremmo avuto una modifica della Costituzione, la quale avrebbe previsto l’immunità alle quattro cariche quindi l’addio al “tutti uguali davanti alla legge”. Una volta fatta una cosa del genere per cancellarla sarebbe stato molto difficile visto che sarebbe necessario una maggioranza dei due terzi del parlamento. Invece così si potrà rimediare con un decreto, in un futuro migliore s’intende.