.
Annunci online

SAVE THE FLORIS!!

Satira di difesa 25/3/2009

Segnalo un caso umano e televisivo che ha bisogno almeno di un po' di affetto e solidarietà : Floris. Il presentatore di “Ballarò” ieri ha messo su una trasmissione che definire senza senso è poca cosa. Ospiti per il centro Casini, per la destra la Meloni e Baffetto a Vela D'Alema, per la P2 Maurizio Costanzo (tessera 1819) e la Muffa Cicchitto (tessera 2232) e per l'ex centro-sinistra   intervista breve al Bofonchiatore Prodi (snifff.....lo rimpiango).

 

Una trasmissione non dovrebbe risolvere i problemi di un paese, ma almeno dovrebbe far capire quali sono le soluzioni di una e dell'altra parte politica, beh Ballarò punta sempre all'opposto cioè non far capire la beneamata mazza toccando tanti argomenti e non facendo capire niente. La colpa ovviamente è del caso umano Floris, il quale puntualmente, ogni martedì sera, lascia i coglioni in camerino e si fa zittire da chiunque durante la trasmissione, ieri non lo ha risparmiato nessuno, lo ha cazziato pure il ragazzo del bar che porta i caffè.

 

Fa quasi pena questo ominide che implora di poter fare qualche domanda nella trasmissione che conduce, ma in realtà in Rai i padroni sono i suoi ospiti politicanti. E così tocca sorbirci la Muffa Cicchitto, che avendo rifatto il tagliando alla lingua da poco, attacca con la solita tiritera sulla grandezza del Nano delle Libertà(sue), che è un po' un ossimoro, sulla magistratura filo-sovietica che ha inviato nelle procure alieni gay capeggiati da Elvis con l'intento di spazzare via la Dc il PSI e i Teletubbies( quest'ultimi sono attualmente rifugiati nel pantheon del PDL).

 

Floris è lì che lo fa parlare (tanto ormai), ma quando tutto sembra perso ecco che un Visitors si impossessa analmente di D'Alema e gli fa dire cose da opposizione e addirittura di sinistra. L'enorme sforzo però costa la vita del Visitors, il quale muore e D'Alema torna il solito facendo l'ennesimo elogio al latitante tangentaro Bettino Craxi, ormai un elogio glielo fanno tutti e in tutte le trasmissioni.

 

La puntata va via così tra un Ciuffone che smentisce un documento che ha firmato e un Costanzo che difende i giovani senza futuro e costretti a drogarsi, lui ovviamente per cercare di fare qualcosa per loro insieme alla moglie e a canale 5 organizza trasmissioni piene di rincoglioniti, ma giovani, che nella vita non vogliono fare un cazzo, tranne che occupare un salotto televisivo col loro culo, il quale sembra più intelligente del cervello (ormai atrofizzato).

LA FALCE DOVE LA METTO ?

Satira di difesa 2 5/12/2007

Finalmente il popolo puo' dormire tranquillo, il resto dei partiti di sinistra si e' unita in una confederazione detta "La Sinistra e L'Arcobaleno", la suspense e' finita.

Prima bozza di simbolo, un arcobaleno, e gia' una polemica, quella di Rizzo, no...non Jessica quella non centra niente anche se gli e' stato chiesto di partecipare alle riunioni data la sua famosa "apertura" alle nuove correnti culturali e politiche e non, mi riferivo al Rizzo dei Comunisti Italiani.

Infatti il Kojak sinistroso rilascia ai tg una stizzita dichiarazione su alcune cose che deve avere la nuova formazione, se pensate a cultura comune o fini sociali siete lontani il Kojak chiede : "Dove mettere la falce e il martello ?".......lo so a che pensate....maliziosi...ma li c'e' gia un busto di Lenin e lo spazio e' finito.

Ovviamente Kojak li vuole sullo stemma, visto che Pecoraro e' stato accontentato, anche lui vuole il suo contentino. La confederazione fa' anche il suo primo debutto televisivo, stasera si sono fatti prendere per il culo da Ferrara, il quale era in pieno godimento non riusciva a crederci che la nuova sinistra andava proprio da lui, cose da orgasmo...che tra l'altro ha anche avuto.

Mentre la sinistra e' impegnata nella sua migliore arte, cioè dibattere a destra invece sembra che il dibattito non si sà cosa sia, almeno che i fanculo che si scambiano si possa definire confronto d'idee.

Il Nanodelleliberta'(sue) e' colto da una terribile ischemia celebrare che oramai gli fa' sparare vaccate continue e immonde, si lo sò le ha sempre dette....ma adesso e' peggiorato !

La Cosa Informe del Nanodelleliberta'(sue) non si sa' ancora cosa sia, e credo che non lo sappia neanche lui. Intanto l'InsulsoCasini e' impegnato nella Cosa Bianca, avra' avuto problemi di stomaco e molti dicono che in bagno rilascia molte Cose Gialline, il ministro Pastella (non riesco a dirlo senza ridere) intanto passa ad annusare l'aria di quelle zone, dove c'e' il viscidume lui e' sempre presente...anzi sono quasi la stessa cosa come il concime con la merda.

Insomma signori e' il solito casino politico, niente di nuovo per ora.

SIATE CLEMENTI CON CLEMENTE

Satira di difesa 2 6/10/2007

 

« E’ in corso un vero e proprio linciaggio» queste le parole del ministro dell’ingiustizia Pastella, che critica la puntata di Annozero andata in onda lo scorso giovedì.

Il ministro in questione (no non vi prendo in giro è veramente un ministro) spara in po’ su tutti ; Floris, Travaglio, Borromeo, gli alieni, Santoro, i muschi e i licheni….insomma la congiura mondiale che lo critica, ingiustamente, secondo lui.

Dico io Clemente caro uno ad un certo punto dovrebbe pure chiedersi : “Cacchio se tutta questa gente c’è l’ha con me, se migliaia di persone protestano e firmano petizioni, forse avrò sbagliato qualcosa ?”, e invece no un esamino di coscienza(probabile che l’abbia venduta per dei voti) non se lo fà e si difende: «Per fortuna non ho scheletri nell'armadio: questa è la mia forza».

Ecco questa è una delle cazzate più grosse della storia italiana, peggio della frase di Lunari sulla mafia che non esiste.

Il ministro (e su non ridete) Pastella ha un ossario nell’armadio, con tanto di altare e chierichetti. A parte le accuse già pubblicate da me (vedi 3/10) il ministro è stato scelto perché ha le referenze giuste per combattere il crimine, arruolarlo.

Infatti Mastella…ops Pastella così fece con Francesco Campanella suo delfino nell’Udeur che ha avuto come testimone di nozze, oltre al ministro, anche l’allora futuro governatore della Sicilia Cuffaro (inquisito per Mafia). Niente di male se non per il fatto che Campanella fu arrestato per reati di Mafia, in particolare aveva fornito aiuto alla latitanza di Provenzano. Immaginatevi quel trio…gli Aldo,Giovanni e Giacomo della cosca.

Ottime referenze quindi per fare il ministro dell’ingiustizia (il ministero del lavoro diamolo a uno schiavista a questo punto) senza parlare della torbita storia della S.S.C. Napoli fallita nel 2004, inoltre adesso Campanella sta raccontando parecchie cose ai giudici sui rapporti col ceppalonico…………..illusi tanto saranno trasferiti.

Ma Pastella non si fa scrupoli di coscienza in merito, anzi vorrebbe censurare la trasmissione di Santoro, vorrebbe ma non lo dice esplicitamente, data la sua natura subdola, infatti dice di volere delle regole per le trasmissioni (in pratica poterle censurare), ma poi afferma «Non ho mai chiesto censure vengo dalla scuola cattolica per cui il dubbio è permanente……. O il Consiglio di amministrazione della Rai dà una regola di comportamento, o attiveremo strumenti parlamentari sfiduciando questo Cda, non abbiamo alternative», cioè una minaccia.

Quindi dice tutto e il suo contrario è come dire : “Io non sono violento, ma se qualcuno dice il contrario gli spacco la faccia”, insomma è l’emblema del cancro della politica, di quella politica chiusa nelle stanze a fare accordi con loschi individui, il finto cattolico, quello che stà un po’ a destra e un po’ a sinistra, quello che la domenica a Ceppaloni riceve la gente che gli porta doni per i favori fatti, alla luce del sole senza vergogna, d'altronde se è i parlamento da 30 anni un motivo ci deve essere .

In altri paesi i ministri per cosette molto meno gravi si sono dimessi, ma lui non si dà colpe anzi……è quasi un martire.

IL MINISTERO DELL’INGIUSTIZIA, dalle leggi vergogna a De Magistris

Satira di difesa 2 3/10/2007


Da un po’ di tempo si sta evidenziando, negativamente, la situazione attuale della giustizia in Italia…..sciocchi, che protestate a fare ? Di cosa vi meravigliate ? Prima ci si lamenta che ci vuole continuità di governo in certe politiche poi quando avviene si protesta…certa gente è incontentabile!.

La sinistra si sta sforzando, e non poco, di portare avanti una continuità di gestione del Ministero Dell’Ingiustizia lasciato dal precedente Governo Berlusconi di cui allego un resoconto delle leggi varate, firmate da Castelli (solo firmate ovvio secondo voi era capace anche di leggerle?) :

Cirami(n. 248 del 5/11/02), permette all’imputato di poter sospendere o spostare il processo ad altra sede, attaccandosi ad un non ben definito “legittimo sospetto” allungando i tempi del processo, dopo sole 48 ore (7/11/02) gli avvocati di Previti(cacchio, dovevano avere il pepe a culo) chiesero l’applicazione (per fortuna respinta), su via non pensate a male.

Ex-Cirielli(n. 251 del 5/12/05), diminuisce i tempi di prescrizione dei reati, quindi gli avvocati fanno il possibile per allungare i processi(ottima da allegare alla legge di cui sopra) il Nanodellelibertà (sue) ne sa qualcosa.

Il Lodo (Maccanico)Schifani, (che anche se sembra una cosa viscida è un essere umano) sospensione dei processi per le 5 alte cariche dello Stato…..su dai non ridete…

Ma potremmo parlare di tante altre (rogatorie, Gasparri..c’è ne x tutti ) che spaziavano in tutti i settori, ma questo deve far capire che a destra si sono impegnati molto, non a caso sono dette Leggi Vergona.

A sinistra quindi tocca rimboccarsi le maniche (e non per le manette…cattivi!) per cercare almeno di non sfigurare, e devo dire che i risultati si vedono prima di tutto non modificano le precedenti leggi e poi si esibiscono in :

Indulto(29/07/06), che ha fatto uscire più di 5000 criminali solo per salvare Previti (che gentili, e poi il Nano li critica), 245 si, 56 no e 7 astenuti quasi la maggioranza totale del senato.

La Legge Bavaglio (17/04/07), sulle intercettazioni, di fatto blocca le indagini dei magistrati e la già scarsa informazione (447 sì e 7 astenuti).

Il ministro dell’ingiustizia Pastella(detto così rende di più all’uomo) ha iniziato bene e non vuole fermasi, come è già noto vuole bloccare il PM De Magistris, reo di voler indagare su l’ennesimo scandalo che sputtana la politica(tutta), speriamo che la petizione lo blocchi.

Non protestate quindi è la continuità tanto augurata da tutti…

La Giustizia in Italia è una nave che va spedita, peccato che sia il Titanic però.

Bossi, il Masaniello!

Satira di difesa 2 30/9/2007


 

E’ l’ennesima prova della fuga di cervelli dall’Italia.

 

L’esule in questione era quello del MasanielloUmberto, che se ne andato lasciando in Italia un corpo, il quale privo del fondamentale organo dice le vaccate più assurde sottoponendo l’italico popolo ad un continuo e inarrestabile lesionamento del sacco scrotale.

 

Sono di ieri le dichiarazioni del duce padano Bossi: «Da qui possono partire ordini di attacco dal nord. Io sono certo di poter avere dieci milioni di lombardi e veneti pronti a lottare per la libertà», ne seguono tante altre di simile e folle tono. Mi domando perché dobbiamo essere sottoposti ad una simile tortura.

 

Ma il Ducedipolenta  non è nuovo a queste dichiarazioni qualche giorno fa diede dello stronzo a Cavour e Garibaldi, lui si permette una cosa simile (è come se la cacca criticasse la cioccolata) , cioè non so che dire è incredibile quanta attenzione mediatica possa ottenere uno che dice queste cose senza che nessuno gli inondi il viso di saliva.

 

Già nel 1997 c’era stato l’eroico assalto al campanile di San Marco a Venezia, pensate con un pericolosissimo carro armato di cartone e lanciavano letali bombe di polenta, insomma roba forte a livelli delle BR e Alcaica, della serie la mamma degli idioti e sempre incita (e crede che esista la padania).

 

A proposito figli della mamma di cui sopra alla sagra delle Amenità partecipa anche Berlusconi, ovvio dove ci sono stronzate volanti nell’aria il Nanodellelibertà non può non esserci e dice del    Ducedipolenta : «l'alleato che mi ha sempre sostenuto più di tutti», ricordo che ne 1994 lo chiamo Giuda e disse che non si sarebbe più alleato con lui. Ah… il Nano è sempre un campione di coerenza.

 

Mi domando cosa si aspetta ad arrestare una persona del genere, scusate per la parola persona è inappropriata visto di chi si parla,  uno che ha attaccato più volte l’unità nazionale (ricordo il suo  «Roma ladrona», anche se da ministro poi lo stipendio di Roma faceva comodo).

 

Forse si aspetta che anche lui faccia una marcia degna di nota come Benito, nella Repubblica delle Banane tutto è possibile.

 

P.S. Da notare che “Il Giornale.it” non fa accenno alla cosa.  Quando si dice informazione….….