.
Annunci online

MINISTRI CON PORTAFOGLIO, DI ALTRI.

Satira di difesa 25/6/2010


Brancher è un eroe dei nostri giorni, sembra che ormai si sia aperto un ciclo, entri nel parlamento e salti la galera, come nel monopoli, è da anni cosi, ma oggi sono più sfacciati. Vedremo pubblicità del tipo :”Hai problemi con la legge? hai debiti? Sei protestato? Entra in parlamento”. Per salvare Brancher si è creato il ministero del federalismo, chissà cosa inventeranno per il prossimo. Puffo Puttaniere, il nostro rifatto premier, ci ha abituato a cose anche peggiori. Nel 2006, quando era all'opposizione, pur di far cadere Prodi aveva iniziato a fare offerte per acquistare senatori dell'altro schieramento, al senatore Randazzo arrivò a promettere “il ministero dell'Oceania”in totale stato di delirio. Quindi aspettiamoci di tutto tipo :

Il ministero dei merletti fatto ad hoc per il sarto del premier che ha evaso le tasse;

Il ministero per la tutela della fica, nel caso di qualche amante esigente;

Il ministero per la tutela dei picciotti, magari ci mettiamo Dell'Utri che ha tanto bisogno;


Insomma c'è ne per tutti, dimmi che reato hai e io ti dirò che ministro sei. Ma l'opera di Ciuffone lo statista non si ferma qui, in questi giorni l'abbiamo visto girare la penisola in lungo e in largo per parlare sempre della stessa cosa : le intercettazioni. Non contava dove si trovasse e di quali erano le tematiche della riunione lui sempre lì va a parare, che sia la confcommercio o la confindustria poco importa anche se andasse in visita in un asilo, arringherebbe la folla di bambini con il problema delle intercettazioni.


Anche in questo caso quando Puffo spara una cifra lo fa alla grande, e così veniamo a sapere che dieci milioni di italiani sono intercettati, la puttanata quando viene sparata così lascia senza fiato, ma poi con calma la ragione si fa largo e spunta una riflessione : Se gli intercettati sono dieci milioni allora significa che ci sono dieci milioni di poliziotti che ascoltano gli intercettati, sono troppi? Allora immaginiamo che solo la metà degli intercettati sono “attivi” mentre i “passivi” sono quelli che chiamano i primi, ciò significa che ci sono cinque milioni di poliziotti e tenendo conto che ogni giorno tre poliziotti si alternano nei turni (per coprire le 24 ore) significa che dovrebbero esserci quindici milioni di poliziotti. Peccato che in Italia tra carabinieri,poliziotti e finanzieri arriviamo ai 300mila. Ovviamente quella di Puffo puttaniere è fantascienza, sono le solite cifre per coprire la realtà.


Un altro eroe italiano dei nostri tempi è Marchionne, un uomo che si presenta sempre con quella faccia un po' così e passa per il nuovo che avanza, anche se sembra più quello che è avanzato. Se il capitalismo italiano è rappresentato da Marchionne, Marcegallia etc. significa che abbiamo dei manager che escono direttamente dall'800 e forse anche da prima, un epoca dove c'erano gli schiavi. Marchionne ha in pratica portato avanti un ricatto; se volete il lavoro rinunciate a qualche diritto, per fare la panda poi che è ignobile, è come perdere i diritti per fare la duna, oltre al danno anche una figura di merda. Alla faccia dell'etica e di tutte le stronzate con le quali i nostri capitalisti si riempiono la bocca, adesso avanti il prossimo, faccia una minaccia. Forse un giorno quando avremmo perso tutti i diritti inizieremo a lottare per riconquistarli, chissà.

E LA CHIAMANO LIBERTA'

Satira di difesa 10/6/2010

Sono stato assente per qualche giorno, dato che sono un appassionato di speleologia ero andato a vedere delle grotte bellissime. Si visitano entrando dall'orecchio destro di Frattini (il sinistro è otturato dal cerume) e sono bellissime vuote è immense, non c'è proprio niente, un eco della madonna, e andando in profondità l'avevo raggiunta la madonna, gridava come un ossessa. La poverina si era appartata con Orietta Berti per fare un po' di sesso, ma si erano perse e la madonna era disperata alla ricerca di Orietta.

Io proseguo la mia escursione nei meandri frattiniani, arrivando verso il centro della testa, al mio passaggio notavo carcasse umane e animali, relitti della seconda guerra mondiale, la cella di Moro, il nascondiglio di Previti dove sevizia le lontre che gli scrivono le sentenze per i giudici corrotti. Arrivo al centro della testa e dietro una grossa pietra spunta un neuone e mi parla:

<<Chi sei che vuoi da me>> dice lui in modo molto nervoso, era in parte coperto dal corpo di Orietta Berti, era stata sgozzata e il neurone me la butta tra i piedi.

<< Vai via non mi avrai mai >> continua il neurone gridando verso di me.

<< Scusi ma c'è un malinteso io ero venuto nella testa di Frattini, perche sono appassionato di gro..>> gli rispondevo intimorito, facendo la faccia dell'innocente tipica di Dell'Utri quando lo beccano a telefono con i mafiosi.

<< Falla finita dite tutti così, avete già preso i miei compagni, sono rimasto solo in questo cranio e mi difenderò fino alla fine già ne ho uccisi tanti>> mentre lo diceva dava dei calci al corpo della Berti.

<<Ma chi ha preso i suoi compagni scusi?>> chiedevo sempre più impaurito.

<<Non fare finta di non saperlo, prima venite a prendere neuroni per trapiantarli a Gasparri, quanti neuroni catturati per niente, poi anche per la Santachè e nonostante tutto dice puttanate sulla privacy dei mafiosi da tutelare, ora basta sono solo ma non mi avrete>>

Il neurone mi cattura e mi tiene prigioniero torturandomi, mi faceva ascoltare tutti i successi di Califano cantato da un ippopotamo con la gastrite. Devo dire che che cantate dall'ippopotamo quelle canzoni sono migliori dell'originale. Alla fine riesco a scappare ed eccomi qui.

Sono stati giorni paurosi, soprattutto per voi che eravate fuori da Frattini. Si è parlato di tutto e di niente, manovre e manovrine di una Tremonti sempre più assurdo nelle sue spiegazioni degne di un malato di mente. L'ho visto addirittura lamentarsi contro Bersani per aver fatto le privatizzazioni, lui che dovrebbe essere di destra. Si è parlato dei compensi di Santoro, si sono sentite sdegnose parole su quei compensi da ogni parte addirittura critiche da parlamentari, per dire è il bue che da del cornuto all'asino.

Per me sono comunque meritati, fossero anche 20milioni di euro, per la qualità di quello che va in onda va benissimo, è strano che nessuno però si indigni invece dei soldi che vengono dati a personaggi come Corona, alla De Blanc,etc. Insomma a tutto quel sottobosco di vip, molti sottratti da lavori agricoli, e che vanno in tv, pagati con soldi pubblici, per starnazzare su puttanate stratosferiche come fanno i Magiogli vari. A proposito Cristiano Magioglio ministro dello sviluppo economico ? Perche no, vi immaginate le centrali nucleari zebrate? No? Bah mancate di fantasia....

Ultima perla di questo governo al gusto di banana è la legge sulle intercettazioni, alla fine Puffo Puttaniere, il nostro vizioso premier, l'ha fatta approvare al senato con la fiducia, e ce ne vuole di fiducia, ma soprattutto di stomaco per approvare questa merda, senza offesa per la merda. Dalle italiche carceri e dai conti correnti esteri un grido unanime per il nostro duce “ meno male che Silvio c'è”.

Una cosa dico a chi si oppone giustamente, ma perchè non fargli approvare tutto quello che vuole? Magari così questa dittatura dei gobbi e ballerine finirà prima, ve lo immaginate un magistrato che dirà ai parenti di una vittima di omicidio o stupro, non posso indagare a causa della legge bavaglio? Saluti io torno dentro la testa di Frattini, c'è una pace la dentro...

Lo Stato era stato.

Satira di difesa 6/7/2009

Sono tempi strani, oggi per definire un concetto, usiamo parole che hanno il significato opposto, o comunque ignoto, a quello che realmente il concetto esprime. Tarantini invece di chiamarlo pappone, lo si chiama “imprenditore”. Ciuffone, il nostro vizioso premier, invece di chiamarlo puttaniere, lo si chiama “utilizzatore finale”. Infine la D’Addario la si chiama escort, quando fin poco tempo fa la si sarebbe chiamata prostituta (e mi limito).

 

E così via,  i passeggeri dei voli di Stato, cioè i bancali di figa aviotrasportata per la penisola , vengono fatti passare per intrattenimento istituzionale, addirittura Neurone Gasparri passa per un politico capace. Quindi è logico non meravigliarsi se un decreto, che aumenterà l’insicurezza dei cittadini, venga chiamato “sicurezza”. E’ la stessa tecnica che usavano i nazisti per i campi di sterminio, infatti li chiamavano “campi della gioventù”.

 

Rondaaa Su Rondaaa. Via libera alle ronde, in pratica lo Stato alza bandiera bianca dice ai cittadini di organizzarsi da soli, limitandosi a sovvenzionare il tutto. Voi penserete :” Ma se lo Stato quei soldi li desse alla polizia per comprare la benzina o assumere più agenti non sarebbe meglio?”, il guaio è che voi siete sani di mente, loro no. L’altro pericolo è che questi gruppi di deficienti vestiti da carnevale aumenterà i pericoli o i falsi allarmi, per non parlare dell’odio razziale. Se dei vigili urbani di Parma, che si suppone siano addestrati, scambiano un ragazzo di colore per un rapinatore e lo manganellano a sangue, cosa possono combinare alcuni di questi ebeti che vanno in giro vestiti da nazisti ?

 

Reato di Clandestinità. Altro capolavoro di demenza delle nostre menti a perdere, il reato di clandestinità, gli stranieri che si trovano nel nostro paese e non hanno un lavoro regolare (causa anche della demenzialità della legge Bossi-Fini, cioè puoi venire a cercare lavoro in Italia solo se già ce l’hai) saranno accusati di questo reato e quindi sottoposti a processo e incarcerati. La logica dice : “se proprio devi essere razzista, quindi non vuoi gli stranieri, cacciali!” ma loro no, dato che i soldi ci escono dalle orecchie e le nostre carceri sono vuote hanno deciso bene di riempire i tribunali di processi inutili. Il tutto per un reato assurdo e che difficilmente sarà applicabile, si calcola che le sole badanti abusive siano 600mila, dove le mettiamo? Avremmo gia problemi solo se riuscissimo a prenderne la metà. Quindi è tutta fuffa.

 

Intercettazioni. Questa è la ciliegina finale su una torta di sterco. Da un lato si grida alla sicurezza della pena e con questa norma si garantisce l’impunibilità. Come per la Bossi-Fini anche qui c’è il giochino schizofrenico. Questi sopraffini pensatori, eccelsi scopritori di acqua calda, utili quanto una scalda chiodi, hanno pensato : Si potrà intercettare solo con “evidenti prove di colpevolezza”, si non siete pazzi avete capito bene. L’intercettazione, che serve per scoprire prove di colpevolezza, si potrà utilizzare solo se già hai le prove della colpevolezza della persona, quindi di fatto non sarà mai usato, perché le prove o ce le hai già, quindi intercettare è inutile, oppure non hai prove ma non puoi intercettare per avere prove perché per farlo ti servono già. Il tutto imbavagliando la stampa impedendo di pubblicare qualsiasi cosa inerente all'indagine. Quindi i neo Aldo,Giovanni e Giacomo cioè Maroni,Alfano e Ghedini, quando hanno scritto questa legge, o ci volevano dimostrare di essere pazzi oppure di essere criminali.

 

 

Ma mentre gli sparuti neuroni dei tre sopraccitati si prendevano a botte, l’Utilizzatore Finale è stato un po’ in giro nell’ultima settimana, la mattina andava a ballare a Napoli il pomeriggio passeggiatina a Viareggio per visitare l’ultima strage. In entrambi i casi contestazioni quindi Ciuffone fuggiva col parrucchino tra le gambe. Peccato perché s’era portato appresso anche l’Inutile Sacconi, gliela aveva promesso dopo l’Aquila “alla prossima strage ti porto anche a te” pensava così di aumentare la sua popolarità  nei sondaggi, peccato.

 

Intanto tra una scossa e l’altra continua la mesa in sicurezza del G8. Rispetto a Genova nel 2001 stavolta la polizia è più pronta, cominceranno a manganellare già all’ingresso in Italia dei manifestanti, si stanno allestendo aree apposta negli aeroporti, chiedere ai vicentini. Che dire : lo Stato era stato.

ECCO IL CONTO

Satira di difesa 12/6/2009



Non passa neanche una settimana dal voto ed ecco che Puffo Puttaniere, il nostro vizioso premier, già presenta il conto al paese. Eh si il poveretto dopo che ha preso la batosta del 35%, lui che puntava al 110% del consenso contando anche gli embrioni in grembo, e in più si è visto la Lega aumentare i voti, ha sopportato la riunione notturna con Bossi, il quale tra rutti e scorregge gli parlava delle prossime leggi sulla sicurezza. Dopo tutto questo ha deciso, in pratica ci sarà lo scambio : leggi sulla sicurezza che farebbero indignare un torturatore nazista, in cambio di libertà di sfasciare quel po’ che rimane della giustizia e della stampa libera.

 

Ma a questo punto se proprio dobbiamo sopportare anche questo cerchiamo di farlo nel modo più economicamente meno gravoso, faccio alcune proposte:

 

Reato di onestà. Perché sprecare tanti soldi e tempo per fare leggi sfacciatamente incostituzionali, difenderle ore e ore in aula e nelle sale stampa, con il rischio che tutta questa anidride carbonica allarga il buco dell’ozono e danneggia l’oramai compromessa corteggia celebrale di Borghezio. La legge che abolisce l’onestà è perfetta ne basta una e puoi fare tutto. Inoltre risolvi anche il problema delle carceri ci sarà un sovra svuotamento dato che gli onesti saranno in pochi, con le carceri in più si potranno fare lavanderie per i fondi neri, sale congressi per i corsi di etica tenuti da Previti, l’uomo che ha sostituito l’uomo nero negli incubi dei bambini. Infine qualche onesto potremmo esporlo all’acquario di Genova, tra le specie in estinzione, si potrebbe esibire nel salto del pasto nel cerchio infuocato, o nel furto del cibo alle foche.

 

Cambiare i giornali.  Non solo un cambio di direttori e giornalisti, ma un vero e proprio cambio del tipo di carta, visto che ormai non servono a niente, si potrebbero stampare su carta igienica, si risparmia si è ecologici e almeno le cagate sono vere e non solo scritte. L’idea era venuta a dei malcapitati lettori del “Foglio”, il quali si lamentavano per la troppa ruvidezza della carta.

 

Call center. Anche per questa tornata elettorale Marcello Dell’Utri ha fatto il pieno di telefonate dalla Mafia, boss dalla Sicilia e dal mondo lo chiamano in continuazione, neanche ai tempi dei fagioli della Carrà, e il povero Maccello non riesce mai a ricordare tutte le promesse o ad avere un po’ di tempo libero per leggere i falsi diari di Mussolini che ha acquistato. Quindi il governo potrebbe istituire un piccolo call center, tipo pagine gialle, dove magari i boss possono telefonare e personale, opportunamente formato, prendere appunti e organizzare incontri: “Boggionno c’è Maccello in casa” “No, può lasciare un messaggio, chi è lei?” “Minchia non posso parlare, lui sa”. Si potrebbe chiamare “Pronto Cavallo” oppure “Cerco Stalliere.com” non saprei. In questo modo Maccello è più libero, i magistrati che ancora intercettano i mafiosi risparmiano, intercetteranno direttamente il call center, dato che in questo paese se vuoi essere un buon mafioso devi chiamare almeno una volta Dell’Utri.

POMPINITION !

Satira di difesa 2 16/7/2008


Pubblico la trascrizione di un intercettazione ambientale. Questa intercettazione è stata fatta nell’ufficio del Presidente del Consiglio di un paese, che per ovvie ragioni legate alla privacy, non posso nominare. Diciamo che si tratta di una penisola bagnata dal Mediterraneo, di più non posso dire. Dato che non è possibile fare il nome del premier, lo chiamerò Mr.B.. Nell’intercettazione sembra che vengano confermate le voci sui piaceri sessuali che MrB. chiederebbe in cambio di ministeri. Infatti sembra che durante l’intercettazione un noto personaggio pubblico, divenuto successivamente capo di un ministero ( quindi lo chiamerò M), stia eseguendo un servizzietto orale in cambio dell’incarico.

Ufficio del premier 20 aprile 2008.

MrB : << Ecco così, tieni bene aperta la bocca, consentimi >>

M : << Mmmhh>>

MrB : << Sai non è la prima volta che mi faccio fare questi servizi, prima lo facevo, insieme a Marcello, in cambio di un posto a “Drive In”>>

M :<< Mmmhh ?>>

MrB : << Eh si ! adesso invece mi faccio fare pompini in cambio di un ministero, e il tutto grazie al magico viagra, io e Marcello ne consumiamo tanto, va a comprarcelo Emilio travestito da Cossutta>>

M : << Mmmhh>>

MrB : << Uhmmm si cribio ! si vede che ci sai fare con la lingua! >>

M : << Mmmhh !!!!>>

MrB : << Te li meriti tutti i complimenti, comunque è un buon periodo ancora qualche leggina qua e la e sono a posto>>

M :<< Mmmhh>>

MrB : << Il ministro della giustizia….coso lì…come si chiama…quello che sembra il clone brutto di Freddy Krueger…quello semi pelato!>>

M : << Mmmehh ??>>

MrB : << Esatto Angelo!, dicevo..quello lì mi deve firmare una decina di decreti e ddl scritti da quell’avvoltoio di Ghedini e poi è fatta, non i tocca più nessuno >>

M : << Mmmhh>>

MrB : << Si ho messo anche quella leggina per permettere alla segretaria del premier di avere immunità totale a vita anche a fine mandato del premier stesso >>

M : << Mmmhh?>>

MrB : << Sai dopo che quella cretina ha messo sotto quindici pedoni in piazza del Duomo, non s’era accorta che era in ztl, che scema….ma bona però ! >>.

M : << Mmmhh>>

MrB : << Uhmmsi sto venendo metti bene la faccia, cosìììììì ahhhh! Adesso sono pronto per la riunione. Signorina [MrB si rivolge alla segretaria tramite l’interfono, ndr] può far entrare Putin adesso >>

MrB : << Sandro puoi andare adesso, sarai ministro della cultura>>

M : <<Grazie !>>

Sandro Bondi, pulendosi la bocca, esce dalla stanza salutando Putin.

Fine Trascrizione.

E LO CHIAMANO IMPUNITA’

Satira di difesa 18/6/2008

C’è l’ha messa tutta e alla fine l’ha superato, è ufficiale Matrixciana, la trasmissione condotta dallo Scomodino(a chi?) Mentana, ha superato in servilismo il suo rivale Porta a Portese, del quale è stato sempre una fotocopia. Bisogna dire però che per lo Scomodino la vita è più facile, infatti mentre l’UntuosoVespa deve recitare sempre la parte “dell’Arlecchino servo di due padroni” e cioè disinformare senza offendere l’una e l’altra parte politica, lo Scomodino invece uno ne ha di padrone e lo serve…basta.

Un esempio di come ormai l’informazione in tv non si sa cosa sia lo si poteva vedere dalla puntata di ieri sera dello Scomodino. Il tema era il ddl-vergogna del Nanodellelibertà(sue), cioè il blocco dei processi per i reati compiuti fino al 2002 ( guarda caso c’è un suo processo) e la limitazione delle intercettazioni sia per i pm nell’indagare, sia per i giornalisti vietandone la pubblicazione fino all’inizio del processo (cioè per anni).

Gli ospiti in studio erano Soro per il PD e l’avvocato del Ciuffone-onorevole-componente della commissione giustizia (qualche conflitto d’interesse ?) Ghedini, il quale per l’occasione sfoggiava l’intervento di chirurgia estetica appena fatto : La faccia sostituita col culo. Già da gli ospiti si era capito il capolavoro dello Scomodino. Cioè trasformare il problema del NanoinLibertà, in problemi che hanno tutti gli italiani con la giustizia, con l’aiuto di un ospite.

Infatti veniva lasciato parlare a ruota libera l’Azzeccagarbugli ( Ghedini), con la scusa di spiegare il ddl fa una vera e propria arringa difensiva del suo cliente, con inesattezze plateali del tipo assoluzione invece di prescrizione, oppure descrivendo un fantasioso accanimento dei magistrati verso il suo povero cliente che nulla ha fatto, tranne corrompere qualche senatore o giudice o generale della finanza s’intende. Per poi descrivere il processo Mills, e non solo, alla sua maniera e tutti con lo stesso finale : i giudici hanno creato un processo senza prove…Che cattivi UNGUEEEEEE..

Soro tenta di rispondere ma gli escono una serie di balbettii, poverino non è colpa sua purtroppo è in una trappola ben congeniata, credeva di dover parlare del ddl e non dei processi del Ciuffone. Lui poi da buon PD non conosce bene il suo avversario, e lo ammette pure, non sa dei 7 processi chiusi tra prescrizione e amnistia ( in pratica l’imputato è colpevole ma si è salvato) come non sa o non ricorda che che nello Sme-Ariosto 2, l’imputato è assolto perché ha cancellato il reato.

Insomma Soro si dimostra l’avversario ideale per il Nano. Lo Scomodino fa la sua bella figura, l’Azzeccagarbugli si guadagna il suo onorario, e tutti vissero felici e condannati.

IL REGIME NANISTA.

Informazione 17/6/2008



Giusto per chiarire due cosette, visto il momento di confusione, cerchiamo ci capire chi è “il cattivo” o il “cosa è normale”. Dato che assistiamo ad una totale rovescio dei fatti, ad esempio vediamo un buffone qualsiasi alla Chiambretti dare dell’Hitler a Beppe Grillo, così senza fornire una buona motivazione, ma solo per una “somiglianza di voce”. Hitel era un dittatore Grillo è un comico che ha deciso di far qualcosa di socialmente utile, può essere giusta o meno, ma avviene in totale legalità.

Ma gli esempi sono tanti e ormai non si contano più, il guaio del virus del berluisconismo è proprio questo : la facilità della propagazione, che ha colpito tutte le categorie. Ha deformato la realtà, creandone un’altra che è opposta alla normalità. Il guaio è che anche la sinistra è berlusconizzata. In questa realtà al contrario i nemici del popolo sono i magistrati che scoprono i reati, e non i soggetti che li compiono. Oppure in questa realtà chi dovrebbe risolvere i problemi, legati alla politica o ad altri settori, è lo stesso che li ha causati. In questa realtà i nemici della collettività sono i cittadini che protestano contro una discarica su una falda acquifera, e non chi per anni ha lucrato sulla cattiva gestione dei rifiuti.

Liberarsi dal berlusconismo ci costerà caro, sarà peggio del fascismo. Questi giorni sono un esempio chiaro. Succede che con un disegno di legge vergognoso in due mosse si ottiene il rinvio dei processi fino al 2002 (guarda caso c’è anche quello del NanoinLibertà ) e inoltre si imbavaglia la stampa , impedendole di parlare delle indagini della magistratura, impedendo la pubblicazione delle intercettazioni fino all’inizio del processo. Una cagata in parte bipartizan (l’Astratto Walter su una parte era d’accordo) che impedisce ai cittadini di essere informati, i processi sui furbetti del quartierino o su Moggi non sono ancora iniziati. Impedirebbero alla gente di sapere cosa accade al Macello S.Rita, così magari ignari di tutto i cittadini continuerebbero a ricoverarsi lì, impedendo di fatto di far bloccare la strage.

A parte molti giornalisti della carta stampata, non c’è stata molta mobilitazione di coloro interessati ad informare i cittadini. In televisione poi neanche a parlarne, alla notizia vengono dati pochi minuti se non secondi, un esempio è il tg2. Oppure come il tg di la7, il direttore Petoso (Piroso per gli amici) ha ritenuto opportuno inserire nella copertina del tg la vicenda di corna di un carabiniere, per dire questa è informazione. Insomma la tv ,che di fatto è l’unica fonte di informazione per milioni di italiani, essendo berlusconizzata non parlerà mai in modo chiaro della gravità di ciò che accade.

Come non spiegherà mai la pericolosità nel dare all’esercito il controllo delle città, cosa che ricorda gli inizi delle dittature. Manca solo la frase da dire al popolo tipo : “Rinunciate a un po’ di libertà per la sicurezza“ e il gioco è fatto. Non dimentichiamo che Hitler, tanto caro a Chiambretti, ha iniziato a togliere i primi diritti costituzionali con un decreto legge nel febbraio del 1933 ( il “Decreto dell'incendio del Reichstag"). Mussolini, il Duce non la nipote scema, con le leggi fascistissime del 1925-’26 fa altrettanto, abolendo anche lo sciopero.

Questo governo in poco più di un mese si sta impegnando nel fare altrettanto, non dimentichiamo che ha già abolito il diritto a manifestare, e si riparla di un Lodo Schifani 2 ( immunità per le alte cariche Ciuffone compreso), scusate la volgarità mi è scappato un Schifani.

Insomma assistiamo al nascere di un regime, dopo il fascismo arriva il Nanismo.



P.S.   Ho aderito all'iniziativa "Arrestateci Tutti" promossa sia da Travaglio che da Di Pietro, se vi interessa la liberta d'informazione.....


NON E’ CATTIVO, SONO GLI ITALIANI CHE LO CHIEDONO.

Satira di difesa 2 14/6/2008

Se veramente è cambiato in qualcosa il Nanodellelibertà(sue) di sicuro non è diventato uno statista, come molti giornalisti o pseudo tali affermano, è cambiato il modo di dire le solite castronerie. Infatti prima le diceva a titolo personale, adesso parla a nome del popolo italiano, il quale esterrefatto commenta “ma chi cazzo ti ha chiesto niente”.

E’ successo questo alla conferenza stampa, conferenza sempre molto libera soprattutto dalle domande dei giornalisti, per la presentazione del ddl sulle intercettazioni. La tesi, oltre a quella del << lo vogliono gli italiani>>, è sulla privacy che, a detta del presunto ministro Alfano, viene continuamente violata. In pratica è diventata un “emergenza nazionale” il solito problema personale del Nanoinlibertà, il gioco è sempre lo stesso, da anni, si bombarda catodicamente il popolo con l’ennesimo attacco della magistratura alla libertà, si dice alla gente che “gli italiani sono tutti intercettati”, così come se nulla fosse si sparano stronzate via etere.

La mossa successiva è quella di “drammatizzare” dicendo di voler fare un provvedimento sfacciatamente anticostituzionale o comunque impossibile ( tipo limitare l’uso delle intercettazioni solo a pochi reati). In più mettici la solita opposizione dell’AstrattoWalter che strilla a vuoto “regime” ed il gioco è fatto, alla fine il Nanoinlibertà ottiene “col dialogo” la solita leggina salva-chiappe, è potrà dire che gli viene impedito di lavorare. La solita solfa insomma alla faccia del cambiamento, una cosa però è cambiata aver spacciato la cosa come “su richiesta degli italiani”, ovviamente lui non conosce tutti gli italiani ma solo i suoi amici che guarda caso sono soliti compiere illegalità.

Mi sono infiltrato in una riunione segreta a Palazzo Grazioli, dove Ciuffone sta definendo le prossime mosse del governo, tra un mezzo busto del Duce ed uno di Mangano riporto quello che << gli italiani gli chiedono>>:

IL PONTE. Alla fine si farà gli italiani lo vogliono, il ponte che da Messina và a Cagliari e finisce a Genova, in campata unica, sa da fare. Non sapete quanti italiani ne hanno bisogno, quanti milioni di genovesi vanno a Messina fermandosi prima a Cagliari. Bisogna ultimarlo assolutamente per il 2010, al costo di spremere i soldi agli evasori fiscali, cioè : i lavavetri.

ALITALIA. Ciuffone risponde al coro dei milioni di dipendenti Altalia, che tutti i giorni fanno una sorta di via crucis ad Arcore, accoglie la loro richiesta e decide di prendersi la compagnia di bandiera a 0 euro come chiesto dai dipendenti stessi. Le hostess saranno sostituite da tutto il sottobosco televisivo di Mediaset e Rai che non trova posto in tv. Previste quindi vendite a bordo gestite da Mastrota e dalla Rossetti, inoltre, dato che non si sa più dove metterlo, Vittorio Sgarbi farà dei monologhi sulla “storia d’Italia secondo me” con rivelazioni choc tipo l’omosessualità di Garibaldi e Di Pietro feticista. Previsto un kit “suicidio facile” per i passeggeri.

Cacchio mi hanno scoperto devo scappare, brandisco la lingua del FidoFede come una spada per farmi largo, poi approfitto della solita posizione a zerbino di BingoBondi per saltargli sopra e uscire dalla finestra.

SETTIMO NON INTERCETTARE…..LUI.

Satira di difesa 2 8/6/2008


“Secondo i magistrati di Napoli che lo hanno messo sotto inchiesta, Silvio Berlusconi cercava di piazzare attricette in Rai e di titillare l’ego e il conto in banca di alcuni notabili del centrosinistra per convincerli al ribaltone. Questo emerge dalle intercettazioni telefoniche e, anche se non fosse un reato, rimane una bruttissima cosa. […]A chiunque poteva venire in mente di allettare il senatore ulivista Randazzo con un posto nel futuro governo. Ma solo a Berlusconi di offrirgli una poltrona di sottosegretario per l’Oceania. Cosa se ne farà mai una piccola nazione come la nostra di un sottosegretario per l’Oceania? Abbiamo accumulato voragini di debito pubblico anche nei confronti degli aborigeni? O intendiamo importare canguri per eludere a saltelli il blocco dei Tir? È evidente a tutti, persino a chi l’ha ricevuta, che quella proposta ha la stessa utilità pratica di certi incarichi di consulenza elargiti dalle amministrazioni locali: pure patacche per giustificare un pennacchio o uno stipendio.” ( La Stampa, 13 dicembre 2007).

A questo punto mi domando perché vietare le intercettazioni, perchè negarci le risate sulle puttanate del Nanodellelibertà(sue). Non è che per caso c’è, anche qui, un piccolo conflitto d’interesse ? Ormai il disegno è chiaro ormai da 15 anni abbiamo visto una serie di “riforme della giustizia” che non hanno subito altro effetto che peggiorare la situazione, infatti oggi la situazione è di circa il 95% di prescrizioni, insomma la probabilità di cavarsela è molto ampia.

Adesso siamo passati oltre dai processi alle indagini, qui non si tratta di pubblicare o meno intercettazioni sui giornali, ma in realtà si vuole impedire ai pm di indagare, quindi tenere la magistratura sotto controllo. “Vi è una invasività nella vita dei cittadini” dice il ministro della giustizia Alfano, ma omette un particolare e cioè che non vengono intercettati tutti i cittadini, ma solo quelli che hanno compiuto reati, quindi il problema non c’è o vogliamo dire che a Fiorani è stata invasa la privacy ? A uno che rubava dai conti correnti dei suoi clienti appena deceduti.

Insomma ma perché non state più attenti quando si delinque ? una volta scoperti fateci sapere, come ho riso sul “ministro d’oceania” non mi accadeva da tempo.

A QUALCUNO PIACE SUBITO

Satira di difesa 2 29/1/2008



Il Nanodellelibertà(sue) è già in campagna elettorale, ovviamente da solo ma a lui cosa frega degli altri, senza neanche aspettare la decisione di GeorgeNapolitano, lui è già lì a snocciolare programmi, promesse e tutto quello che gli passa nella mente.

L‘ultimo spettacolo lo ha dato a Napoli al congresso di Italiani del Mondo, partitino dell’instabile De Gregorio, il quale ha ammesso di essere passato dall’Italia dei Valori alla destra per una somma di 500mila euro versata dal Nanocavaliere, che dire buone referenze per la CDL. Dicevo, il Nano snocciola il suo programma elettorale, ha in mente 10-12 disegni di legge, tra i quali : via l’ICI, uno per i giovani (non ha specificato ma a lui che interessa, comunque i giovani si toccano i coglioni) e ultimo agghiacciante sulle intercettazioni. Il tutto, per dare una botta di originalità, lo ha chiamato “programma elettorale delle libertà”….è incredibile l’uso criminoso che il Nanodellelibertà fà di quella parola.

Mettendo da parte l’Ici, che già il Bofonchiatore ha tagliato quindi sarebbe una cosa a metà, fà raggelare il sangue l’idea di legge sulle intercettazioni partorita da quella folle mente, nella quale di libertà c’è n’è poca, se non assente del tutto : «si potranno ordinare da parte della magistratura solo per indagini su terrorismo, mafia, camorra. Per il resto, a chi le ordinasse 5 anni prigione, a chi le eseguisse 5 anni di prigione, a chi le pubblicasse 2 milioni di multa all'editore», questo dichiara il Nanoarcoretano. Resta da capire: se un politico malavitoso o terrorista possa essere intercettato, vedi ultimo scandalo della sanità calabrese; se (come capita nelle ultime indagini) non è il politico a essere intercettato, ma è il criminale, sotto intercettazione, che viene chiamato dal politico…che si fà ?; e poi tante altre cose dettagliate che bisognerebbe affrontare ma rischiamo di parlarne per mesi.

Per non parlare poi delle pene, si rischia di meno per un falso in bilancio, che per una pubblicazione di intercettazioni, tra l’altro già essendo riportate nei verbali di indagini, sono di fatto pubbliche, l’obbiettivo è chiaro non informare la gente. Fanno ridere, per non piangere, i 5 anni da infliggere ai magistrati che ordinassero (o addirittura ai poliziotti che eseguono un ordine) le eventuali intercettazioni, in pratica a parte il limitato uso che dispone il Nano, non si potrebbe più usare un mezzo fondamentale….che dire i soliti vaneggiamenti.

Dall’altra parte c’è l’AstrattoWalter che si è subito mostrato forte col suo PD (l’ex DC ma non glielo hanno detto), infatti dichiara di correre da solo, e da leader ha proposto al Nanodellelibertà di fare altrettanto, quello gli alza il medio e allora l’Astratto, mostrando sempre i muscoli, si inginocchia ai piedi taccati del Nano piagnucolando un “ti preeeego”…veramente penoso. Se veramente fosse VuolterTaffazzi, con tanto di bottiglia, a dover riscattare il governo, direi che la sinistra sta messa male.

Insomma quello che appare chiaro e che il PD nonostante i cambiamenti che ha fatto, o dice di aver fatto, ha conservato un valore importante della sinistra : L’Autolesionismo.