.
Annunci online

INCIUCIO 2.0

Satira di difesa 23/12/2009

Sono le 3 di mattina di un piovoso lunedì pomeriggio, due uomini sono ai lati opposti di una strada tipica della periferia milanese neri pressi del Colosseo. Si riconoscono ma fanno finta di non conoscersi, entrambi si sono camuffati per non farsi vedere da nasi indiscreti, uno porta un vistoso cerotto e si è cancellato i capelli dalla testa, l’altro ha scelto un abbigliamento anonimo : si è vestito da tennista maglietta e pantaloncini corti, tipico abbigliamento dicembrino.

 

Ad un certo punto quello col cerotto fa un cenno con la testa al tennista e si avvia lungo il marciapiede, il tennista attraversa la strada con la stessa disinvoltura di Previti mentre passa una mazzetta a un giudice, senza dare nell’occhio facendo qualche rovescio  qua e la e beccandosi altrettanti “mortaci” qui e lì, si accoda al tappo col cerotto. Il tennista aveva capito cosa volesse fare il tappo, voleva portarlo in un posto sicuro dove parlare, ed infatti dopo pochi metri il tappo gira a sinistra e si ferma d’avanti ad una porta .

 

<< Qui dentro non ci viene mai nessuno, staremo tranquilli >> disse il tappo

<< Ma è una sede del Partito Comunista dei Lavoratori !! >> rispose meravigliato il tennista.

<< Appunto >> fece il tappo

 

Entrarono e si sedettero vicino al bancone dei salumi ( il posto era una ex salumeria diventata poi sede del partito sopraccitato) e si ritrovarono entrambi a fissare un busto di Lenin scolpito nel culatello.

 

Tappo : << Ok qui possiamo parlare >>

Tennista : << Possiamo usare i nostri veri nomi adesso o manteniamo quelli in codice ?>>

Tappo : << Si dai usiamo quelli veri Massimo >>

Tennista : << Ok Silvio allora…..>>

Tappo : << Eh no ! non ti ho mai autorizzato a darmi del tu, se proprio dobbiamo essere informali dammi del “sua eccellenza”>>.

 Massimo << Scusi mia eccellenza, vengo al punto siamo quasi pronti per il piano volto a salvare le sue nobili terga  dalle patrie galere>>

Sua eccellenza : << Cioè ? Non ho capito parli troppo difficile >>

Massimo : << Il piano per salvarle il culo dal carcere è quasi pronto mia eccellenza >>

 

Sua eccellenza : << Allora dimmi con la legge come va, procede ? >>

Massimo : << Certo con Angiolino abbiamo scritto un mega lodone : si tratta di un immunità per il presidente del consiglio non solo per i reati precedenti la copertura della carica, ma anche per quelli dopo e durante, basterà che lei compili un modulino dove specifica quali reati intende compiere al momento o nell’immediato futuro, essi saranno cancellati immediatamente. Inoltre per i processi in corso può scegliersi il giudice che più le fa comodo, anche se non fa il giudice o non ha mai studiato legge. Inoltre il lodo difende anche da chi la querela, dal tartaro, dagli autovelox, dalle visite della finanza e dalla prostata. >>

 

Sua eccellenza << Uffaaa!!! Parole parole ma insomma co’ sto’ lodo posso andare a troie ? >>.

Massimo : << Certo, senza rischi, e inoltre le consente la promozione a ministro delle signorine sul campo, l’unico intoppo è che per farla passare serve una maggioranza più larga dell’attuale, io sto lavorando col PD ma se si potesse fare qualcosa con Casini.. >>

Sua Eccellenza << Non ti preoccupare Casini lo tengo in pugno, ho delle foto di alcuni esponenti dell’UDC che si intrattengono con dei mafiosi>>

Massimo : << E dov’ è la novità, mi sembra il solito…>>

Sua Eccellenza : << in queste foto si fanno dei pompini reciproci >>

Massimo : << So’ Cazzi ! >>

Sua Eccelenza : << E certo ! con che cosa si fa un pompino altrimenti…devo sempre spiegarti tutto. Con il resto dell’opposizione come andiamo?>>

Massimo : << Il Pd è a posto da quando ho fatto vincere Bersani, pensa che è talmente moscio che ha bisogno del viagra solo per alzarsi dal letto. Mentre all’ estreme sinistra uso la tattica della scissione : avvicino un politico tipo Rizzo e lo convinco a scindersi e fare un nuovo partito comunista, ci ho preso la mano siamo arrivati a quindici>>

Sua eccellenza : << Ma non starai esagerando ? >>

Massimo << Ma no mia eccellenza, fanno tutto loro, basta mettere quattro comunisti in una stanza ed ecco che ti fanno otto partiti, sono fantastici gli ultimi si chiamano : Partito Comunista dei Tappezzieri, Partito Comunista delle Massaie, Partito Comunista Satanista, Partito Comunista Democristiano, Partito Comunista Leninista per Cassano in Nazionale.. eccetera….>>

 

“Mai più Berlusconi, mai più inciucio” (titolo di Micromega, 13 aprile 2006).

“Un passo avanti importante, un risultato "oltre le aspettative". Walter Veltroni preferisce non gridare al successo per non alimentare i sospetti di chi teme inciuci e perche' la strada delle riforme e' lunga e disseminata di veti e trappole, ma la soddisfazione per il faccia a faccia con Silvio Berlusconi e' grande.

"Mai come oggi abbiamo la possibilita' di dare al paese riforme certe e nuove in 12 mesi", e' la convinzione del leader del Pd, contento per aver cambiato in poco piu' di un mese l'aria della politica taliana.”

E' dal 1986 che Veltroni e Berlusconi si fiutano e, come spiega il leader del Pd, il "rispetto e' sempre stato reciproco pur nel conflitto di culture e programmi". Ma da tempo non si vedevano e anche se la tela dell'incontro era stata tessuta con cura meticolosa dalle 'colombe' Goffredo Bettini e Gianni Letta, Veltroni consigliava prudenza fino a quando i due leader non si fossero trovati faccia a faccia. (RaiNews24, 30 novembre 2007).

“Veltroni:”Con Berlusconi conflitto, ma anche rispetto”.

Veltroni: "Convergenza con Berlusconi anche sul proporzionale".

Veltroni: "Con Berlusconi rilevanti punti di convergenza".” (la Repubblica, 30 novembre 2007)

“<<Inutile replicare, tanto poi smentisce>>, dice Veltroni sulle parole di Berlusconi su facinorosi della sinistra dietro le proteste della scuola. 'Abbiamo un premier che prima dice una cosa ed il pomeriggio la smentisce: meglio dunque aspettare la smentita, si fa meno fatica', dice il segretario del Pd lamentando che 'la scuola soffre mali profondi mentre noi stiamo a discutere di grembiuli'. Per Veltroni c'e' bisogno 'di scuole moderne e insegnanti pagati meglio'. “(ANSA, 24 ottobre 2008).


BALLE VOLANTI.

Satira di difesa 2 27/3/2008


E’ un manicomio, sarebbe scontato dire che con questa campagna elettorale si è toccato il fondo, è banale, anche perché è da tempo che si scava. E’ una grossa fiera dell’assurdità, dove c’è il capocomico, il Nanodellelibertà(sue), e la sua spalla, l’AstrattoWalter, questi Totò e Peppino, dei poveri si capisce, si scambiano battute a distanza, insulti, polemizzano e noi guardiamo questo assurdo spettacolo attoniti, guardiamo lo spettacolino squallido e pensiamo al nostro futuro in mano a uno di questi dementi.

Oramai lo schema è chiaro, bisogna superare le affermazioni assurde dell’avversario con cazzate altrettanto assurde, offendendo sfacciatamente l’intelligenza della gente. L’AstrattoWalter dice che aumenterà le pensioni di 400€, il Nanodellelibertà lo supera promettendo 1000€, che volete fare è fatto cosi se l’Astratto dicesse di aver fatto una cacca di 3 chili, il Nano convocherebbe subito i giornalisti per annunciare di averne fatta una da 25. Il problema delle promesse è che non hanno copertura finanziaria, sono stati sgamati dal “Sole 24 Ore”, ma loro se ne strafottono e continuano la sagra della minchiata.

E così si va avanti, il Nano spara menzogne sulla pelle dei lavoratori di Alitalia, cordate inventate al momento come solo un grande artista della balla volante sà fare, oramai lo sappiamo che ci vuole mettere le manine senza metterci un euro o comunque pagando il minimo come per la Mondadori e la SME ; l’Astratto dall’altra parte parla di sostegno economico ai disoccupati a chi ha un bambino, cifre sui 2000 euro o giù di lì, demonizza l’avversario che lui stesso ha salvato dalle macerie del suo partito, facendolo tornare alla ribalta per la gioia dei nostri coglioni massacrati.

E intanto si fa sempre più chiaro cosa succederà dopo le elezioni, qui e là sui giornali passa la notizia del quasi sicuro pareggio al senato, ma viene negato da tutti. Guardiamoci in faccia a chi la vogliono raccontare, chiunque vinca non riuscirà mai a governare tranquillo, non riuscirà a prendere una maggioranza schiacciante. In caso di vittoria del Nano avrà contro tutto l’arco costituzionale, per governare tranquillo dovrebbe prendere il 60% , impossibile, stessa cosa per Vuolter.


L’inciucio è il futuro e già lo sanno, l’amore non è bello se non è litigarello e i due lo sanno bene, mettono su la commedia come già fece il BaffettoaVela, diceva a tutti di mettere il Nano in mutande poi si è messo a 90 ° in bicamerale. Non è cambiato niente è tutto teatro, risparmiateci almeno la campagna elettorale, risparmieremo soldi nostri…nostri ! e non vedremo facce da culo in tv.



P.S. La Santanchè è inascoltabile, se fosse vivo Mussolini avrebbe paura di lei.