.
Annunci online

CHE CONFUSIONE SARA’ PERCHE TI LODO

Satira di difesa 16/10/2009



C’è un caos pazzesco, una confusione totale che non fa capire niente della situazione che stiamo vivendo. I Berlusaz,  cioè il manipolo di deviati mentali agli ordini del premier, ormai fanno una difesa ad oltranza del capo senza più scindere il politico dall’imprenditore. Intervengono in tv e giornali con fumogeni e mescolano le carte in tavola.

 

Pur di difendere Puffo Puttaniere ho sentito difendere l’Italia da Castelli, si avete capito bene da Castelli della Lega Nord quella che è contro l’unità nazionale e si riconosce in uno stato inesistente, cioè la Padania, la quale appunto ha la stessa entità giuridica di Paperopoli. “Siete contro l’Italia” tuonava ad Annozero  Castelli, ovviamente i riferimenti a buoi che danno del cornuto agli asini si sprecano. Ma il Castelli continua e ci scappa anche la difesa alle aziende del premier, che onore essere difesi da un esponente del governo.

 

Ma non è l’unico caso ovviamente, ormai Puffo Puttaniere è una confusione vivente e pur di difenderlo si mescola dalle sentenze, per processi di vent’anni fa, alla politica cianciando di disegni eversivi, puttane che andavano a far divertire il premier diventano spie comuniste all’ordine di D’Alema, si avete capito bene Baffetto a Vela è a capo dello spionaggio contro il premier, insomma il PDL è attaccato da un suo dirigente.

 

Ormai c’è un blocco formato da Il Giornale-Mediaset-Mondadori-PDL-Ku Klux Klan, questi hanno unito le forze per il capo e si aiutano per l’obbiettivo finale. Ieri su “Mattino Cinque” condotto da Brachino, cioè uno della manovalanza che si spaccia per giornalista, va in onda un attacco al giudice Mesiano , il quale ha condannato Fininvest a rimborsare 750 milioni di euro. Il programma è una vera e propria palla di merda e Brachino, da buon stercorario, la trascina fino alla demenza aiutato dal  condirettore de “il Giornale”  Sallustri, che è anche la controfigura di Aigor di Frankestein Junior, ovviamente con una moralità più bassa.

 

Il giudice Mesiano viene definito “stravagante” dai due, senza capire perché, viene contestato il fatto che una volta a cena in un ristorante qualcuno, del quale non sappiamo il nome, ha sentito il giudice attaccare Berlusconi, cioè per i due ci sono tutti i presupposti non solo per non farlo giudicare, ma anche per arrestarlo magari, insomma siamo al “un amico del mio amico ha sentito da un conoscente del bar…etc.”. Insomma se un giudice non ha la stessa idea di Berlusconi non può giudicarlo, allora se un giudice critica un notaio che si fa ? Non potrà giudicare i notai?

 

Ma la follia continua, e così si assiste al massimo della follia, parte un servizio in cui si vede una telecamera, che di nascosto riprende il giudice Mesiano in giro per strada, la voce di sottofondo del servizio prende letteralmente per il culo il giudice, ridicolizzando i suoi modi di fare, le persone che incontra e addirittura l’abbigliamento, il servizio infatti chiude con una rivelazione shock il giudice “indossa calzini turchesi”…e si ci sono tutti i presupposti per la galera insomma.

 

E’ strano che proprio loro che inneggiavano alla privacy e al “dividere la vita pubblica da quella privata” si mettano a seguire di nascosto un giudice nel suo tempo libero. D'altronde quello li è solo il primo ministro che va a puttane mentre l’altro è un giudice che ha osato addirittura mettere un calzino turchese.

IL MINISTERO DELL’INGIUSTIZIA, dalle leggi vergogna a De Magistris

Satira di difesa 2 3/10/2007


Da un po’ di tempo si sta evidenziando, negativamente, la situazione attuale della giustizia in Italia…..sciocchi, che protestate a fare ? Di cosa vi meravigliate ? Prima ci si lamenta che ci vuole continuità di governo in certe politiche poi quando avviene si protesta…certa gente è incontentabile!.

La sinistra si sta sforzando, e non poco, di portare avanti una continuità di gestione del Ministero Dell’Ingiustizia lasciato dal precedente Governo Berlusconi di cui allego un resoconto delle leggi varate, firmate da Castelli (solo firmate ovvio secondo voi era capace anche di leggerle?) :

Cirami(n. 248 del 5/11/02), permette all’imputato di poter sospendere o spostare il processo ad altra sede, attaccandosi ad un non ben definito “legittimo sospetto” allungando i tempi del processo, dopo sole 48 ore (7/11/02) gli avvocati di Previti(cacchio, dovevano avere il pepe a culo) chiesero l’applicazione (per fortuna respinta), su via non pensate a male.

Ex-Cirielli(n. 251 del 5/12/05), diminuisce i tempi di prescrizione dei reati, quindi gli avvocati fanno il possibile per allungare i processi(ottima da allegare alla legge di cui sopra) il Nanodellelibertà (sue) ne sa qualcosa.

Il Lodo (Maccanico)Schifani, (che anche se sembra una cosa viscida è un essere umano) sospensione dei processi per le 5 alte cariche dello Stato…..su dai non ridete…

Ma potremmo parlare di tante altre (rogatorie, Gasparri..c’è ne x tutti ) che spaziavano in tutti i settori, ma questo deve far capire che a destra si sono impegnati molto, non a caso sono dette Leggi Vergona.

A sinistra quindi tocca rimboccarsi le maniche (e non per le manette…cattivi!) per cercare almeno di non sfigurare, e devo dire che i risultati si vedono prima di tutto non modificano le precedenti leggi e poi si esibiscono in :

Indulto(29/07/06), che ha fatto uscire più di 5000 criminali solo per salvare Previti (che gentili, e poi il Nano li critica), 245 si, 56 no e 7 astenuti quasi la maggioranza totale del senato.

La Legge Bavaglio (17/04/07), sulle intercettazioni, di fatto blocca le indagini dei magistrati e la già scarsa informazione (447 sì e 7 astenuti).

Il ministro dell’ingiustizia Pastella(detto così rende di più all’uomo) ha iniziato bene e non vuole fermasi, come è già noto vuole bloccare il PM De Magistris, reo di voler indagare su l’ennesimo scandalo che sputtana la politica(tutta), speriamo che la petizione lo blocchi.

Non protestate quindi è la continuità tanto augurata da tutti…

La Giustizia in Italia è una nave che va spedita, peccato che sia il Titanic però.