.
Annunci online

CAIos.

Satira di difesa 2 13/1/2009


Ma che casino, possibile che dobbiamo sempre farci riconosce all’estero ? Spinetta, l’ad di Air France, non riesce neanche a mettere piede in Italia che trova sempre la solita caciara di questi dilettanti allo sbaraglio, che si spacciano per politici e credono di essere importanti. Prendavamo in giro l’Unione Brancaleone quando, una volta al governo, si facevano opposizione da soli, beh in questi gironi la ParrucchieraMoratti e PistolinoBossi si sono esibiti in un revival.

Loro in pratica erano gli unici due italiani che non avevano capito coma andava a finire la vicenda CAI – Alitalia – Air France. Come Decio Cavallo quando credeva che Totò gli avesse venduto la fontana di Trevi, anche per loro è venuta a prenderli l’ambulanza. Destinazione ospedale psichiatrico. Possibile che non avevano capito l’enorme pacco che ci hanno rifilato loro stessi ?

Ad accordi quasi chiusi mi spunta fuori l’offerta Lufthansa, la quale non sapeva neanche lei di aver fatto un’offerta, ma la Parrucchiera e Pistolino c’è l’avevano, non si capisce perche i tedeschi avrebbero dovuto recapitare a loro l’offerta e non al Demente del Consiglio, ma c’è l’avevano. Insomma hanno fatto lo stesso bluff che il NanodelleLibertà aveva fatto in campagna elettorale, ma non gli è riuscito. Hanno cercato di mettere il sale sulla coda di AirFrance, sale procurato dalla Parrucchiera. Il tutto per cercare di salvare Malpensa, un aeroporto nato morto che si è costruito solo per far girare tangenti.

Alla fine l’accordo si chiude e Colanninno, capo degli Sbancarottieri Fraudolenti, illustra i punti fondamentali alla stampa. Altro casino non si capisce che hanno concordato; in pratica dicono che Malpensa sarà valorizzata, addirittura i giornali titolano “Come Amsterdam e Parigi”(e Londra e Barcellona no?), immagino le migliaglia di persone che si fermeranno a Vizzola Ticino o a Lonate Pozzolo per il capodanno ….eh si.

Comunque la valorizzazione di Malpensa (con ben 14 voli internazionali mica bruscolini) sarà possibile con un ridimensionamento di Linate. Si avete capito bene in pratica avremo due aeroporti a mezzo servizio. E il personale di Linate? Non si sa. Inoltre si abbassa il limite da parte dei patrioti per la vendita delle loro azioni, già al quinto anno, e non dopo, potranno vendere (quasi sicuramente ad Air France, visto che l’ex AirOne ha le pezze al culo).

Tutti i protagonisti della vicenda sono felici, beh felici adesso diciamo che hanno tirato un sospiro di sollievo. L’unica che ci ha guadagnato veramente è Air France, molti temevano che non facesse accordi, ma perché mai? Sono francesi mica scemi, spenderanno in tre anni 320milioni in totale, invece del miliardo e mezzo subito per i soli debiti come da accordo con Prodi, inoltre si ritrovano un azienda senza debiti (visto che li pagheremo noi) e senza esuberi anzi con addirittura meno personale di quanto avessero previsto l’anno prima. Infine tra quattro anni gli basterà un piatto di lenticchie per avere tutto il resto di Alitalia.

Siamo noi che dovremmo incazzarci visto che il NanodelleLibertà(sue) ci ha inchiappettato ancora. Ci ha rifilato il Pacco ( in campagna elettorale quando ha fatto saltare l’accordo con Air France ), non contento ci ha fatto il Doppio Pacco (mettendo su una banda di delinquenti e scaricandoci i debiti di Alitalia) e infine ha chiuso con un Contropaccotto ( rifacendo l’accordo con Air France e lasciando più lavoratori in mezzo alla strada).



PS Ringrazio Moon81 per il “Premio Dardos”, lo ringrazio di cuore e lo ricambio. Inoltre vi consiglio di visitare il suo blog e tutti quelli che trovate nei link.

NON VA BENE, MA LO PRENDO.

Satira di difesa 7/1/2009


Due notizie signori miei : la CAI, cioè gli Sbancarottieri Fraudolenti che si spacciano per imprenditori e che con qualche spiccio si sono presi Alitalia, molto probabilmente chiuderanno un accordo con AirFrance col bene placido del Demente del Consiglio arcoretano; la seconda notizia è che Air France è italiana !!!!

Non c’è altra spiegazione, i francesi sono diventati italiani. Tutto è possibile nel berlusconismo, la faccia come il culo sarà requisito fondamentale per spiegare alla gente come mai AirFrance prima, in campagna elettorale, era inaffidabile e non doveva acquistare Alitalia. Poi tutto d’un tratto diventa il partner internazionale e sorpresa delle sorprese Malpensa ridimensionata o chiusa. E meno male che ci pensava PistolinoBossi.

Alla fine si sa come andrà la storia, quando l’obbligo di tenere le azioni, da parte dei Sbancarottieri Fraudolenti, sarà cessato venderanno tutto ai francesi. Insomma il segreto di pulcinella. C’è da dire che si vede l’impronta leghista del governo. Dopo l’abolizione dell’Ici per le seconde case e per quelle “dei ricchi”, l’unica tassa federalista che avevamo, ecco un’altra vittoria per il PistolinoBossi.

Ma il governo dei dilettanti allo sbaraglio è, purtroppo per noi, al lavoro continuo h24. Ci sono ancora tante figure di merda da fare e cosi poco tempo per farle. Ci ha provato l’Entita degli esteri Frattini, il quale dato che ha la stessa importanza di una scoreggia di formica fa esternazioni quasi sempre ignorate dai tre quarti del globo terracqueo, contando che l’altro quarto e composto da sordi.

Il NullaFrattini, con un ritardo pazzesco prende posizione sui fatti di Gaza, posizione talmente inutile che riesce a far fare un’ottima figura all’AstrattoWalter, per dire mission impossible compiuta. Frattini se ne esce con un “aumenteremo gli aiuti per il popolo palestinese”, ma dove vive? Ma ha visto come siamo messi noi? Cosa dai ai palestinesi la social card ?

Invece di sparare cazzate a vuoto potrebbe fare qualcosa per la situazione tra Ucraina e Russia, che so portare il caffè a Putin per esempio, o magari iniziare a lavorare seriamente. Dimenticavo ai berluscaz le cose serie non gli riescono.

COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO…..

Informazione 20/9/2008



Se questo è il governo più popolare che abbiamo avuto nella nostra storia, c’è da stare freschi. Una cosa è sicura è il governo con il più alto tasso di cazzate dette e non smentite dalla stampa. Ormai non si riesce a starci dietro ogni giorno, o ogni ora, c’è qualche emerita testa di…ministro o portavoce o premier che spara una vaccata gigantesca, assurda, che non sta ne in cielo ne in terra. Ma tranquillamente essa passa nei nostri organi di informazione senza una smentita di un qualche giornalista.

Ovviamente parlo della Tv soprattutto. In questi giorni se ne vedono e sentono di tutti i colori. Il NanodelleLibertà(sue) in Inghilterra dice ai giornalisti che l’Italia non ha problemi economici, è un paese ricco e agiato a altre belle stronzate. Ovviamente i giornalisti inglesi non ci credono, loro hanno i dati veri sul nostro paese. Ma invece nei nostri tg sparano l’emerita minchiata tra le prime notizie senza che un inviato dica che Ciuffone sta delirando. Può succedere alla sua età, ma niente.

Come non parlare della TagliolaGelmini. I sondaggi-sola di Ciuffone l’Arcoretano danno la ministra tra i ministri più amati, senza aver fatto ancora niente…per fortuna. Ebbene la Tagliola ovunque vada riceve valanghe di fischi e dissensi, peggio di quelli che subiva Prodi un anno fa, in certi casi addirittura chi manifesta contro viene fermato e identificato dalle forze dell’ordine. E meno male che siamo nell’era delle libertà. Comunque anche in questo caso le italiche televisioni mostrano applausi scoscianti di aule semi vuote (raramente si arriva al centinaio di persone come a Venezia). Mentre invece dei manifestanti si vedono immagini a caso, con spiegazioni alla supercazzola scappellata di Tognazzi. Una cosa chiara è l’indignazione del FidoFede, il quale si mostra disgustato da questi poveracci che non capiscono il disegno del SupremoNano.

Con Alitalia poi la situazione è al limite della demenza, se non della follia totale. Il telespettatore medio italiano viene violentato dalla faccia da segaiolo beccato dalla mamma di SacchettoSacconi, il quale con tono severo alla Frau Blücher in Frankenstein Junior ( gli manca solo il nitrire dei cavalli ) afferma che sono tutti matti che nessuno dei dipendenti capisce la grandezza dell’offerta della CAI, i sindacati poi sono degli assassini. Il ministro, sembra incredibile ma è ministro, viene aiutato dal servizievole Tg1 e Tv7, ma in linea generale su tutte le tv passa la linea “dipendenti farabutti”, mentre la Banda dei Soliti Noti (ovvero la cordata italiana) passa per i “grandi manager che vogliono salvare Alitalia” , pensate in diciotto hanno messo 300  milioni di di euro…che sforzo. Nessuno che dica che il grosso errore dei sindacati è stato quello di far fuggire Air France, per credere alla cordata del NanoinLibertà, che infatti l’ha costruita solo dopo aver vinto le elezioni sospendendo le regole antitrust. Nessuno spiega l’anomalia che chi vende un azienda non può mettere su anche la cordata di imprenditori per acquistarla, soprattutto se è lo Stato a vendere.

Insomma quello che succede è che la nostra tv è diventata una sorta di Re Mida. Trasforma fallimenti e figure di merda in successi strepitosi. Quello che semplicemente non può trasformare perché è troppo lo omette, anche in tv c’è un limite alla decenza. Quanti minuti sono stati dedicati al fallimento di Catania? La città dove Scapagnini, medico del Ciuffone, è scappato facendosi eleggere in parlamento? Quasi zero. E del MaialinoBorghezio che va a Colonia ad una manifestazione xenofoba e razzista ? Niente anche qui, una manifestazione proibita in larga parte dal sindaco che giustamente afferma <<La città è intollerante con gli intolleranti>>.

Il nostro MaialinoBorghy non solo fa fare al nostro paese una figura pessima, ma si meraviglia del divieto e ha anche il coraggio di affermare alla stampa che la manifestazione è «stata un'iniziativa simile a cento di quelle che la Lega tiene in Italia contro la costruzione di nuove moschee». Purtroppo il nostro è abituato male, è abituato all’Italia.