.
Annunci online

MASTELLA SULL’ISOLA......

Satira di difesa 22/10/2009

 

Ma guarda un po’, chi l’avrebbe detto mai, i Mastella raccomandano gente in aziende pubbliche c’è da restare basiti. Chi l’avrebbe detto che Clemente Pastella, cioè quello che ogni domenica riceve gente in pellegrinaggio a casa sua per ringraziarlo dei favori ricevuti o per chiedergli altri, possa aver raccomandato qualcuno. Attualmente il cinghialotto ceppalonico si tiene lontano dall’Italia, si trova nel parlamento europeo, dato che i migliori li portiamo all’estero salvo poi lamentarci che gli altri paesi ci criticano.

 

Ho una serie di quesiti da pormi :

 

Ma sarà lo stesso Pastella che si faceva finanziare il suo giornale “Il Campanile” con un milione e 331 mila euro ? Per un giornale tra l’altro sconosciuto alle edicole, ma molto conosciuto dai pescivendoli.

 

E’ lo stesso Pastella che da ministro o comunque da parlamentare si è fatto assumere al suo giornale con uno stipendio di 40mila euro annui? Lo spettacolo del colloquio di lavoro sarà stato imperdibile, alla Marzullo una serie di “si faccia una domanda si dia una risposta” .

 

E’ lo stesso Pastella che con soldi pubblici ha : acquistato 14mila euro di torroncini per regali di natale, ha dato 12mila euro allo studio del figlio, 36mila euro nelle sua società di assicurazioni, fatto fare il pieno alla Porsche Cayenne del figlio, auto che dalle indagini risulterebbe regalata da un boss della camorra  ?

 

E’ lo stesso Pastella che ha avuto, come capo dei giovani dell’Udeur ( non riesco a dirlo senza ridere…..i giovani dell’udeur ma va..), Francesco Campanella boss mafioso “pentito” che ha aiutato la fuga di Provenzano?

 

Per ora nei guai grossi è Sandra Mastella, alla quale è stato chiesto di abbandonare la campania, molto probabilmente se ne andrà a Roma e speriamo solo come residente. Ma ai Mastella diamo una speranza, non mollate potete ancora acchiappare denaro se volete.

 

Infatti per chi non se ne accorto c’è una gara tra reality show per chi recluta più deficienti tra le sue fila. Gli autori del “Grande Fratello” annunciano felici di avere una concorrente “che prima era donna e adesso è uomo”(niente da dire a chi si sottopone a queste operazioni, ma uno che vuole essere ricordato per questo che persona è?), con lo stesso fare che si usava una volta nelle fiere per mostrare la donna barbuta. Al GF risponde “L’Isola dei Famosi”, al quale stanno cercando di portare un ex-rapinatore, ampliando di fatto il concetto di famoso, anche chi compie reati è famoso quindi tra poco ci ritroveremo giustamente anche celebri stupratori o magari nazisti famosi come Priebke.

 

Quindi volendo la signora Sandra potrebbe andare anche lei all’isola dell’amica Ventura, insieme al rapinatore, sarebbe bello confrontarsi, condividere le esperienze, ricordare i bei tempi, a patto però non si ritorni sulla cattiva strada, il rapinatore non deve farsi influenzare dalle cattive compagnie.

 

MANICOMIO DELLE LIBERTA’

Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando 15/2/2009



“NAPOLI, 14 FEB - 'Berlusconi paga un debito contratto con me un anno fa in cambio della caduta del governo Prodi? Una frase da farabutti', dice Mastella. Il leader dei Popolari-Udeur replica cosi' alla dichiarazione del capogruppo dell'Idv al Senato, Felice Belisario, dopo la notizia della sua candidature alle europee nelle liste del Pdl. 'Non conosco questo signore -precisa all'ANSA- ma chiunque sostenga una falsita' del genere e' un farabutto. Non ebbi alcun contatto con Berlusconi'. (ANSA, dichiarazione di Mastella – 14 febbraio 2009)”

 

“Altra questione: ma quel famoso accordo tra lei e Berlusconi, ci fu o no?
«L'unica cosa che le posso dire è che io vidi Berlusconi 20 giorni dopo la caduta del governo. Di quell'incontro Berlusconi, poi, diede una versione non fedele alla realtà».
Ecco, allora la dia lei.
«Lo farò nel libro a cui sto lavorando».
Un'anticipazione?
«Nonostante il mio affetto per il suo giornale - Il Tempo era il giornale, insieme al Mattino, che leggevo da ragazzo - mi consenta di rimanere vago su questo».
D'accordo, glielo consento. Quando uscirà questo libro?
«Tra un paio di mesi».
Intanto però, ad un certo punto sembrava fatto anche un contratto per lei in Mediaset.
«Non mi risulta. Ho resistito a ben altri regali, tanto per essere chiaro». ( Intervista di Mastella al Tempo e riportato sul suo blog - 16 gennaio 2009)”

 

"E' successo che i sondaggi hanno dimostrato come con Mastella avremmo perso dall'8 al 12%",  ha detto Silvio Berlusconi, spiegando le ragioni del 'no' all'Udeur di Clemente  Mastella. Berlusconi ha comunque usato parole positive nei confronti di Mastella: "E' l'unico nel centrosinistra che non ha mai manifestato invidia o odio verso di me". "C'era un impegno mio nei suoi confronti - ha proseguito - per candidare una decina di parlamentari tra Camera e Senato in totale. Poi, pero', i sondaggi ci hanno mostrato impietosamente che le difficolta' erano molto elevate, perche' con Mastella avremmo perso dagli 8 ai 12 punti. E questi sondaggi hanno influenzato anche il 'no' di Roberto Maroni e Gianfranco Fini". (Dichiarazioni di Berlusconi a RAInews24 – 4 marzo 2008)

“[....]Senta: la posizione dell'Udeur, il vostro partito-famiglia, è diventata piuttosto complicata. La decisione di Berlusconi vi ha...
«Berlusconi non ci ha fatto proprio niente! Quello è solo un uomo inaffidabile, vergognosamente inaffidabile! E lo scriva, capito? Scriva che è inaffidabile e anche scortese con le donne».             Scortese, scusi, perché? «Perché io, se vogliamo dirla tutta, ho anche cercato di incontrarlo... Mentre mio marito trattava gli aspetti politici, della faccenda, io avrei voluto avere un confronto con l'essere umano Berlusconi».
E invece?
«La sua segretaria è stata capace di dire una sola parola: "Impossibile". E, se permette, non si tratta, così, una signora come me...».
È in campagna elettorale, il Cavaliere, non avrà avuto tempo.
«Sciocchezze. Clemente il tempo per parlare con i politici e pure con la gente, lo trova sempre. Ma la verità è che Clemente è di un'altra pasta... è partito da qua, da Ceppaloni, e senza soldi, senza televisioni, senza l'appoggio dei poteri forti è riuscito a creare un partito e a diventare due volte ministro, due volte vice- presidente della Camera e sempre... »[….]                                     
Berlusconi, comunque, dice che avete un modo di fare politica diverso.
«Berlusconi, lo scriva ancora, è un uomo i-na-ffi-da-bi-le... Anzi, sa che le dico? Che in quella famiglia si salva solo Veronica, donna splendida, venti categorie superiore al suo uomo».  . “ (Sandra Mastella al Corriere della Sera – 2 marzo 2008)

SOLO DA NOI……

Satira di difesa 25/11/2008

Sta lì tranquillo sul tuo divano la domenica, guardi la tv cerchi di seguire e i risultati di calcio senza digitale terrestre, sei di sinistra non vuoi dare i soldi al NanodelleLibertà. Mentre fai zapping tra un canale e l’altro capiti sul programma di Maria De Ventura “Quelli che….(non sanno fare un cazzo)” ed è in quel momento che si consuma la tragedia.

Ospite della trasmissione è Pastella l’ex ministro di indulto e ingiustizia. In pratica l’obbiettivo è riabilitarlo, ma non lo sai ancora sei occupato a inveirgli contro. La De Ventura, specializzata ormai in riabilitazioni vedi Biscardi, tra un sorriso e una battuta parla dell’eroe Pastella, il quale ha rinunciato al potere per amore della moglie. Vomiti ancora vomiti ininterrottamente, soprattutto per le battute di Pastella. Tu sai che non si è dimesso per amore, per quello “amore” si accompagna a “quanto” dalla battona sotto casa, ma si è dovuto dimettere per l’indagine della magistratura, ma sei lì nel salotto inerme in preda alle allucinazioni vedi Pastella ovunque e stai quasi per stritolare quel piccolo Pastellino che hai al fianco. Ma è tuo figlio.

Ma sei di sinistra, combattivo, pensi “qualcuno protesterà dirà la verità in tv”. Niente. Allora cerchi certezze dal passato, fai domande al busto di mortadella della festa dell’Unità del ’75 raffigurante Palmiro Togliatti, ma Palmiro non risponde, non può. Allora rileggi i quaderni di Gramsci, ma ecco un altro attacco. Un vescovo di chissà dove ha sentito da una suora nel lontano 1937 che Gramsci prima di morire si era convertito, e viene ritenuto subito attendibile senza tenere conto dell’età del prete in questione. Addirittura ti vedi la notizia al tg5.

Ti chiedi “cosa altro deve succedere?”, ma all’improvviso senti dalla tv “ Vladimir Luxuria ha vinto”. Subito dici a tua moglie “dove, in quale circoscrizione? “. Vedi esultare Sansonetti in tv, al TG5 ovviamente, gli senti dire “finalmente una vittoria” e poi “ una vittoria di tutta la sinistra”. Urlì un vai grosso come una casa, stai per andare a fare il gesto dell’ombrello allo stronzo del terzo piano di Forza Italia, che tra l’altro occupa sempre il tuo posto auto. Per fortuna ti ferma tua moglie e ti spiega la vittoria di Luxuria all’isola dei famosi. Ed è in quel preciso momento che pensi “ non c’è più speranza”.


FROM CEPPALONI WITH LOVE……

Satira di difesa 2 22/1/2008



Insomma ragazzi è caos, ma caos vero, per noi ovviamente visto che assistiamo a tutto questo senza capire la famosa beneamata mazza. Sembra che il governo non abbia lunga vita dopo la mancanza dell’appoggio di quel ceppalonico che non è altro di Pastella. Il cinghialotto beneventano con un arma molto democratica, cioè il ricatto, aveva chiesto la mozione di fiducia, non è arrivata e allora…tutti a casa. Ovviamente Pastella, lo statista della manfrina, se ne frega di avere una certa responsabilità politica…che so io tipo cambiamo prima la legge elettorale e poi sciogliamo le camere…e no…..che se ne fotte a lui degli italiani.

E così invece di spiegare il suo gesto, il cinghialotto beneventano si esibisce in quella che possiamo definire “specialità di casa Pastella” : “Il Piangersi Addosso” infatti si sono esibiti, a parte il capo famiglia, anche Sandra e addirittura il figlio Elio. Ieri ad esempio a Porta a Portese, presentato sempre purtroppo dall’UntuosoVespa, si è esibito in uno spettacolo raccapricciante. Prima dice che il governo lo ha fatto cadere il magistrato di Santa Maria Capua Vetere, resosi conto della minchiata detta ritratta e dice che tanto la maggioranza non c’era più, infine lui voleva la solidarietà del governo e si trincerava dietro al classico e intramontabile : Così fan tutti….a beh allora perché indagare….speriamo solo che non diventi pratica comune tra i politici l’omicidio. ….comunque Pastella cerca di avvalorare la sua tesi in ingarbugliati esempi, i quali poi si perdono e fanno rimanere attoniti anche i giornalisti presenti, perfino Sansonetti, che non è una cima, ha capito la presa per il culo.

Anche il figlio Elio non è da meno in pianti, si vede che è figlio d’arte…speriamo di non vederlo in parlamento. Il Verginello si scaglia contro i giornalisti negando l’innegabile, dicendo che non ha mai ottenuto favori e addirittura dicendo di lavorare alla Selex per uno stipendio 1800 euro, per merito ovviamente…..ma che faccia da….ingenere ci vuole per dire certe cose! Il povero figlio di p….astella omette i soldi (12mila euro) pubblici andati al fratello, i 14mila euro, sempre nostri, spesi in torroncini, oppure i 40mila che il papà si è dato da solo per essersi assunto nel suo giornale, sempre nostri ovviamente…..e poi alla Selex si assume solo su raccomandazione e questo lo posso garantire essendo stato inchiappettato da quella azienda.

Insomma una cosa è sicura se Pastella ha alzato le terga dalla sua poltrona, è perche ne ha un’altra assicurata col prossimo governo di destra, questo è l’unico motivo della caduta del governo. Adesso i tempi sono bui, che si fa ? Si vota ? e chi?

Cosa andremo a votare con questa legge, a destra non si è capito bene, ma probabilmente si candiderà di nuovo il Nanodellelibertà(sue)….cazzo !......io non c’è la farò altri 5 anni.

Il PD non si capisce bene cosa voglia fare, di sicuro ha occupato il posto lasciato vacante dalla DC, visto come vuole allontanarsi dalla sinistra.

Sembra strano dirlo, ma c’è bisogno che il Bofonchiatore rimanga, non si può andare al voto senza il cambio della legge…non posso mandare di nuovo degli sconosciuti delinquenti in parlamento.

AMICHEVOLMENTE NEMICI

NAPOLInelCUORE 18/1/2008

 

Alla fine della fiera finisce sempre con un “volemose bene”…questa sembra la situazione degli anti-bassoliniani. Ricordate le urla da destra che volevano la decapitazione del ReAntuan Bassolinum ? Beh scordatevele è finito tutto…si scherzava…infondo Antonio è simpatico.

Qualche giorno fà il PorcellumCalderoli, lo statista legaiolo che non và più in giro con il suo maialino da quando la gente non riusciva più a distinguerli, aveva proposto una mozione al senato per cacciare a forza ReAntuan dalla Campania, visto la sua pessima gestione della regione che ha portato allo scandalo dei rifiuti, ebbene nonostante tutto quello che si è detto in questi giorni, le tante troppe parole spese sul cacciare ReAntuan, la mozione non passa perché ci sono ben 12 senatori del Nanodellelibertà(sue) assenti, guarda caso direi…….

Insomma la Casta non prende decisioni contro chi ne fa parte, ma una cosa dico io potete almeno evitare questi spettacoli orrendi in televisione ? Che cacchio dibattete a fare, perché dobbiamo assistere al finto buttarsi la merda in faccia, se poi spente le telecamere finisce a tarallucci e vino. Evitatecelo fatelo per il nostro fegato oramai marcio.

Siamo stati costretti ad assistere in questi giorni a dichiarazioni vergognose, nessuno degli appartenenti del manicomio parlamentare conosceva la situazione campana…poverini sono scesi dalle nuvole….nessuno dei grandissimi destrosi si è mai chiesto come mai ReAntuan è riuscito a mantenere il potere in Campania per 15 anni…non è che per caso hanno collaborato, visto che mister finanziamenti pubblici distribuiva commissariamenti speciali a uomini della destra campana.

Per ringraziare la destra candidava, contro ReAntuan e la sua corte, gente veramente imbarazzante. Alle elezioni per il sindaco del ’93 gli hanno messo contro la DucettaMussolini, che a parte qualche reduce del ’38 rimasto ancora vivo, non l'ha votata nessuno ; poi per le elezioni del governatore aveva contro Rastelli che fino ad allora era stato il peggior governatore ; mentre ReAntuan occupava la regione alle elezioni del sindaco di Napoli la sinistra proponeva la Jervolino, mentre in tutte e due le tornate la CDL proponeva due emeriti sconosciuti prima Martusciello e poi Bocchino insomma la vittoria più che sicura era garantita.

Insomma tutti sapevano già quale era la situazione campana, ma nonostante tutto continuano a dire vaccate......per non parlare delle soluzioni demenziali che propongono….sempre tutto inutile visto che poi si resta amici, come ad esempio per ex-ministro Pastella che stranamente non viene criticato dal Nanodelllelibertà(sue), il quale è suo avversario al governo, ma alleato a Ceppaloni.

MASTELLATION

Satira di difesa 2 16/1/2008

Ve lo aspettavate vero ? Come non parlare del caso del giorno. Il ministro Pastella ( probabile dimissionario ?...speriamo), dopo tante peripezie, avrebbe pestato una bella merda.

Il condizionale è d'obbligo, data la mancanza di informazioni sicure, pero' una cosa è sicura cioe' le dichiarazioni di "solidarietà" e di "vicinaza" al ministro da parte di tutto il mondo politico, tranne qualche rara eccezione. In pratica invece di rilasciare commenti molto pacati, si solidarizza col ceppalonico cinghialotto e ovviamente si attacca la magistratura.

Anche da sinistra ormai si fanno avanti pazze tesi di giudici deviati o pseudo tali, i quali hanno la colpa di indagare chiunque commetta illegalità senza guardare chi sia, con lo scopo di occupare questo paese e formare un ipotetica dittatura.

Oh a nessuno viene da pensare che cercano semplicemente di arrestare i delinquenti, che colpa ne hanno loro se oggi non puoi intercettare un criminale che quello prima o poi riceve una telefonata da un politico ? Vedi il caso recente di Woodkoch.

Alla sagra delle dichiarazioni-vaccata, cosa bisogna ascoltare !....neanche una mucca pazza che crede di essere Napoleone le spara così grosse. Ovviamente come non citare il Nanodelleliberta'(sue)...lo inviti a nozze...e ovvimente come tutti i pazzi esordisce con un "ve lo avevo detto" e continua con le sue tesi folli sul partito dei magistrati...solo con qualche modifica...infatti tempo fa i mandanti dei giudici era la sinistra bolscevica, ma adesso ? Non è dato sapere..i mandanti sono ignoti...di sicuro non è la P2 alla quale è inscritto anche lui.

Anche il GerarcaFini e l'InsulsoCasini si danno all'arte della minchiata, facendo dichiarazioni del tipo " Adesso indagano anche voi Gne-Gne".... dimostrando lo stato di demenzialità, senile in questo caso, nel quale si trova la nostra politica. . Beh che altro dire, in attesa di altre notizie sul caso Pastella e Co.

Rivolgerei al ministro una domanda alla Jerry Scotti « È la sua indagine definitiva ?, la avochiamo ? »


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mastella indagini giudici

permalink | inviato da Liberazona il 16/1/2008 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

1, 2, 3 LIBERI TUTTI !

Informazione 26/12/2007

 

Che dobbiamo fare sono tempi dubbiosi, non ci sono certezze e quelle poche che avevamo ballano schifosamente come un anziano col morbo di parkinson durante un terremoto. Si parla della grazia a Contrada e molti stranamente s’indignano…non si riesce a capire che non bisogna rompere i coglioni alla mafia.

C’è gente che crede che lo Stato o le istituzioni debbano aiutare i cittadini…..ma che illusi, oddio in un certo senso oggi lo Stato è vicino ai cittadini….ma a quelli mafiosi però ! E logico quindi che un servitore della mafia come Contrada debba avere la grazia…….e che cacchio se non gli riconosciamo il buon lavoro svolto !

Il rischio è quello di creare un pericoloso precedente, infatti se si concede la grazia per motivi di salute a lui bisognerà darla anche ai boss in carcere ( mi verrebbe da dire “Grazia al Cazzo” ma non lo dico)…..finalmente ! così Totò Riina sarà accontentato e la finirà di spappolare la minchia con le lettere al Presidente della Repubblica. Ma poi non si può curare in carcere sto Contrada………porca miseria ! Sono tutti malati quando sono in carcere, un po’ come Tanzi, per il quale i medici diagnosticarono una “intolleranza al carcere”….perchè si sa c’è invece chi è tollerante al carcere…mah è come dire sono allergico alle pallottole quando mi colpisco sanguino.

Ovviamente il ministro Pastella (l’uomo che sussurrava ai maiali) non perde occasione e subito appoggia la richiesta di grazia….mi chiedo cosa gli hanno promesso per sputtanarsi così pubblicamente…mah ho idea che presto sapremo.

Lo Stato subito corre in aiuto della mafia, ma per i parenti delle vittime ?......beh per loro c’è sempre l’espatrio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mastella contrada mafia grazia riina

permalink | inviato da Liberazona il 26/12/2007 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

PASTELLA SEI SEMPRE IL SOLITO……

Satira di difesa 2 14/11/2007

 

E il ministro s’incazza. Chi è il ministro in questione ? Ma Pastella è ovvio (non ridete Pastella è ministro non è una battuta). Molti penseranno “si sarà incazzato per i tanti problemi irrisolti nel sistema giustizia ? (magari sarebbe normale) ”, invece no…per il tetto sui salari dei manager pubblici che il governo finalmente vuole fissare.

Ebbene si oggi gli strapagati manager pubblici, che con molta esperienza mandano a puttane le aziende che gestiscono, hanno un nuovo protettore San Pastella da Ceppaloni, ma dico io certo che Pastella non si smentisce mai, dove c’è il viscidume c’è lui.

Però bisogna dargli atto che il ministro (rassegnatevi all’idea, è ministro) è coerente, lui è sia sindaco che ministro (cosa tutta italiana) quindi doppio stipendio (per non parlare di quello che si è dato al suo giornale), tutti netti visto che i suoi spostamenti li paghiamo noi (e costa da solo più di un plotone dell’esercito…famiglie comprese).

Poco importa se tra i manager pubblici c’è stata gente tipo Cimoli che prendeva 2milioni di euro annui per far fallire Alitalia, strano visto l’attaccamento del ceppalonico agli aerei, almeno una parolina di difesa per l’azienda che frequenta abitualmente come un normale pendolare frequenta il tram.

Per Pastella 270mila euro annui sono troppo pochi, ha ragione dai ma avete presente quanto costa il caviale oggi giorno ? E non parliamo delle battone negli hotel 5 stelle, costosissime quasi conviene il sesso matrimoniale và, da buon cattolico.

Ma Pastella però è uomo navigato (scusate per la volgare parola “uomo” accostata a Pastella) e alla fine col Bofonchiatore (che si dice sereno qualsiasi cosa accada, ergo o si droga o la sa lunga) trovano un accordo, il tetto partirà tra quattro anni.

Sospiro di sollievo degli amici di Pastella, tra quattro anni si vedrà.

CLEMENTE, QUANTO MI COSTI !

Satira di difesa 2 1/11/2007



Ah Clemente Clemente quanta gente che c’è l’ha con te, non bastava quel criminale di De Magistris che voleva sapere la verità sulla faccenda Why Not, ma adesso ci si mette anche L’Espresso a fare inchieste, dico manco fossero giornalisti.

Stavolta è stato preso di mira la redazione del “Campanile”, pensate formata da ben sei persone (compreso le segretarie) viene sovvenzionato dallo Stato (si siamo noi a pagare) per ben un milione e 331 mila euro . Stampa al massimo 5mila copie delle quali solo 1500 vanno alle edicole, le quali essendo già dotate di carta igienica, restituiscono puntualmente tutte le copie. Alcuni edicolanti addirittura dicono di ritrovarsi miracolosamente le loro 5 copie senza neanche averle richieste, e senza che nessuno le acquisti ovviamente.

Per chi pensa che è uno schifo aspetti ancora, il Campanile nel 2004 si è avvalso di un grandissimo collaboratore: Clemente Mastella, pardon Pastella, in pratica si è assunto da solo, e si è pagato con uno stipendio di 40mila euro più contributi ma ci sono altre spese : 14 mila euro per acquistare i torroncini di Benevento che spesso finivano in regalo a politici e giornalisti magari con il messaggino di auguri di Pastella e moglie (torroncini che per noi sono supposte), 12 mila euro incassati dallo studio del figlio, 36 mila euro spariti nelle sua società di assicurazioni e infine i biglietti aerei per i familiari del segretario, quello dell’aereo è proprio un vizio.

Ma che volete infondo anche lui ha famiglia.

RIMPASTO FATTO IN CASA.

Satira di difesa 2 30/10/2007

 

Si possono dire tante cose del ministro dell’ingiustizia ( lo so che sembra strano ma è ministro) Pastella, cose anche meritatamente brutte, ma non si può dire che non sia furbo, il volpone.

Ebbene si la pecorella Pastella, per la precisione sarebbe più adatto pecorone, si sacrifica sull’altare del governo dicendosi disposto a rinunciare al suo ministero, non c’è che dire è un grandissimo para…gnosta. Eh già, si ritira solo dopo aver fatto tutti i danni possibili in meno di 2 anni, Castellinaria ovviamente lo supera, ma a lui ce sono voluti 5 di anni per i tantissimi danni alla martoriata giustizia, però nel suo settore Pastella è da Guinness.

Ora ci si pone un angosciante interrogativo, dove lo mettiamo Pastella ? Quale sarà il suo prossimo incarico ? O più precisamente, dove andrà a fare danni ?.

Molti italiani hanno ben chiaro dove mandarlo, e soprattutto a fare cosa, ma essendo purtroppo inattuabile ci tocca immaginare i possibili scenari. Forse farà un cambio con Di Pietro ? Ma ve lo immaginate al ministero dei trasporti tra gli appalti pubblici, no non è il caso è come dare una dose a un tossicodipendente cioè peggiorare la situazione. Lo mettiamo all’Interno ? Già fatto, lui con Why Not ci è già dentro e fino al collo.

Ma a questo punto l’italiano sente un prurito al fondoschiena e pensa : e se per salvarsi da un’eventuale condanna lo proponessero senatore a vita (t’immagini che coppia con Giulio il GobbodiNotreSenato). Ed è lì che l’italiano capisce il motivo del prurito, trattasi di grossa supposta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mastella rimpasto governo giustizia

permalink | inviato da Liberazona il 30/10/2007 alle 18:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa